gazzanet

ESCLUSIVA – Meghni: “Lazio, credici! Non è un caso se sei lì. Io come Luis Alberto…”

A centinaia di km di distanza, sotto la Torre Eiffel, Mourad Meghni, ex fantasista biancoceleste ai tempi di Delio Rossi, interviene - in esclusiva - ai nostri microfoni

redazionecittaceleste

Di Ramona Marconi

ROMA - Le imprese degli uomini di Inzaghi vengono viste anche in Francia. E proprio a centinaia di km di distanza, sotto la Torre Eiffel, Mourad Meghni, ex fantasista biancoceleste ai tempi di Delio Rossi, interviene - in esclusiva - ai nostri microfoni.

Stai guardando il nostro Campionato? Cosa ne pensi della Lazio?

Sì, cerco di seguire appena mi è possibile. Se non vedo le partite, mi informo sui risultati, sui gol, sulla classifica...

Ci credi allo scudetto?

La Lazio è momentaneamente prima: perchè non dovrebbe crederci? Il calcio e fatto di “sorpresa", anche se fino ad un certo punto: se sono lì in alto un motivo c'è di sicuro.

Ti rivedi in qualche giocatore di questa Lazio?

Sì, forse mi rivedo in Luis Alberto, per come tocca la palla e per la confidenza che dà al pallone.

Cosa pensi di questo giocatore?

Ho visto qualche video. Regala spettacolo, è davvero bello da veder giocare. Ha tecnica, visione di gioco, confeziona tanti assist e segna. Chapeau bas, come diciamo in francese.

Il ricordo più bello che ti lega alla Lazio?

Il mio più bel ricordo nella Lazio è sicuramente la serata di Champions League contro il Werder in casa. Ancora riesco a sentirle quelle emozioni...

Cosa fai adesso?

Ora gioco per divertirmi, perchè amo troppo il calcio. Non sono ancora pronto a smettere definitivamente...

Potresti esserti perso