• SEGUI LA LAZIO IN DIRETTA: ACCENDI IL CANALE 85 DELLA TUA TV!

Lazio, Akpa Akpro: “Era scritto nel destino che avrei segnato con Inzaghi in Champions”

Parla il personaggio del momento

di redazionecittaceleste
notizie Lazio: Akpa Akpro

ROMA – E’ il personaggio del momento. Parla Akpa Akpro alla radio ufficiale della Lazio: “Nella vita è scritto tutto. Inzaghi ha fatto l’ultimo gol in Champions. Lui ora è l’allenatore e ha fatto esordire me in Champions. Speriamo di fare una bella figura sino alla fine”. Dopo Genova la Lazio ha ricevuto tante critiche: “Con la Samp abbiamo fatto una brutta partita. Quindi ci siamo detti che dovevamo cambiare atteggiamento col Borussia e abbiamo sfornato la partita migliore da quando sono arrivato. Ora dobbiamo continuare così e aiutarci uno con l’altro. Serve questo per fare una grande stagione”. Akpa è subentrato sempre in queste gare: “Non mi aspettavo quando ho firmato che il mio ambientamento sarebbe stato così veloce. Ringrazio Inzaghi, ma devo dimostrare ancora tante. Dare il massimo per tutti, per la società, il mister e i tifosi. Speriamo di continuare al meglio”. Accolto alla grande dal gruppo: “Scherziamo sempre con i compagni, c’è tanta unione e lo si è visto col Dortmund. C’è una bella atmosfera nello spogliatoio”. Tanti recuperi palla del centrocampista contro i tedeschi martedì sera e anche la rete: “Non ero sicuro di fare gol, Ciro mi ha fatto un assist perfetto, migliore del mio gol e lo ringrazio. Dopo la partita ho visto i miei bambini dopo tre settimane, ho festeggiato con loro, ma non ho molto tempo per pensarci. E’ un grande momento per me, ma fra tre giorni c’è il Bologna e devo essere concentrato solo su questo. Bisogna mantenere la continuità sabato pomeriggio, è fondamentale”. Glielo aveva predetto l’amico Drogba: “Mi sono scritto con Didier prima del mio esordio in Champions dicendogli che la sera avrei realizzato il mio sogno. Poi sono entrato e ho pure segnato. Lui mi ha scritto dopo la partita: ‘Fra questo è niente, rimani concentrato. Se farai le cose bene, tutto andrà bene'”. Dopo la caduta al Tolosa, Akpa Akpro è voluto ripartire dall’Italia: “Perché il mio idolo era Zidane e amo il calcio qui. La Juve, Milano e la Lazio…”. Lotito ha creduto tanto in lui: “Mi diceva di fare bene, ma non pensavo che mi avrebbe portato dalla Salernitana a Roma”.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy