Lazio, ancora Ruzzi: “Questa storia mi ha segnato. Ecco perché mi sono rivolto a Le Iene…”

Le parole di Ruzzi

di redazionecittaceleste

ROMA – Il servizio de Le Iene ai danni della Lazio e di Lotito, sul caso Zarate, sta facendo il giro del mondo. La Lazio, che non ha gradito, è pronta a portare l’intermediario Ruzzi in tribunale. Ruzzi che rompe il silenzio e parla, dopo l’inchiesta de Le Iene, attraverso i microfoni di TMW. Le sue parole:

“Mi sento come se un treno mi fosse passato di sopra. Non ce la faccio più, questa storia mi ha segnato. Cosa devo ottenere? Non otterrò i soldi, lo so. Le Iene? Beh, con una persona che non ti riceve, gli mandi le lettere e non ti risponde… che devi fare? Alla fine bisogna utilizzare i mezzi a propria disposizione. Così ho pensato di rivolgermi a Le Iene. Questa denuncia non è un’inchiesta de Le Iene, ma una mia segnalazione. Inutile che se la prendano con loro. Quando Zarate diventerà nonno si parlerà ancora di questa storia. Una storia lunga. Sento parlare tanto di prescrizione, che vorrei ricordare non è uguale ad assoluzione. E poi Lotito non ha risposto alle accuse. Ho chiesto di poterlo incontrare in ginocchio, Ho mandato degli audio al suo avvocato. Quando l’ho cercato mi ha messo sempre la Polizia davanti. Come si fa a relazionarsi con una persona del genere? Voglio soltanto ciò che credo mi spetti”.

 

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy