• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

Lazio, ansia da tampone: Inzaghi spera per Lazzari

L’emergenza sulle fasce spinge il tecnico ad avere ancora più bisogno del suo esterno

di redazionecittaceleste
Notizie Lazio: Manuel Lazzari

ROMA – Solo questa mattina la Lazio conoscerà su chi potrà contare per giocare contro lo Zenit San Pietroburgo, terza partita di Champions in programma domani (fischio d’inizio ore 18.55). Ieri i tecnici della Synlab si sono recati a Formello e hanno fatto i tamponi a tutto il gruppo squadra. I biancocelesti, dunque, avranno poche ore di tempo per poter chiedere le “contro analisi” in caso di esisti borderline. E di situazioni al limite potrebbero emergerne altre come già successo sia con il Borussia Dortmund (Hoedt) e il Bruges (Pereira). Il parametro di riferimento della Uefa è molto più basso di quello utilizzato dalla Figc. In sostanza bastano poche tracce di virus per risultare positivi per essere considerato positivo. E questo è il caso di Immobile che infatti è tornato a disposizione per il campionato. Al momento sono in isolamento domiciliare Luis Alberto, Lazzari, Vavro (non in lista Champions) e Djavan Anderson, ma alcuni sarebbero debolmente positivi e potrebbero dunque tornare a disposizione.

FALSI POSITIVI
Il tema dei “falsi positivi” continua a tenere banco. Anche perché stavolta sarebbe più complicato raggiungere la squadra il giorno dopo. La partenza è prevista intorno all’ora di pranzo in charter privato per la Russia, arrivo per le ore 17. Rientro fissato per la notte di mercoledì. Non ci sarà l’aereo personalizzato. Non sono ancora state ultimate le serigrafie. Inzaghi è sempre alle prese con l’emergenza. Fares ha patito qualche acciacco dopo Torino e Marusic non è ancora in buone condizioni. Ecco perché sarebbe fondamentale recuperare Luis Alberto e Lazzari. In Russia, la Lazio va a caccia di punti pensati in chiave qualificazione.

PORTE SEMI APERTE
E non sarà una gara semplice soprattutto per l’atmosfera che la Lazio troverà. La “Petersburg Arena”, stadio dello Zenit di San Pietroburgo (al momento conta un solo positivo) sarà semi aperta ai tifosi. In Russia, infatti, è consentito riempire gli impianti fino al 30% della propria capienza. Che fa, per lo stadio a forma di astronave, un totale di 16.000 tifosi.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy