Lazio, Armini scalpita sia per giocare che per il rinnovo

Il giovane difensore della Lazio è in scadenza 2020

di redazionecittaceleste

ROMA – In seguito alla fine dello scorso anno, in molti si sono posti la seguente domanda: “Che fine ha fatto Armini?”. Il giovane difensore della Lazio è il pilastro e capitano della difesa della Primavera di Leonardo Menichini.

Nato a Roma col sangue biancoceleste, nella penultima giornata della scorsa Serie A, esattamente il 20 maggio 2019, allo stadio Olimpico contro il Bologna è arrivato il suo esordio. Un vero e proprio sogno visto che per 35′ il classe 2001 ha giocato con la maglia numero 13, quella del suo idolo Alessandro Nesta. La Lazio ha in progetto che Armini diventi un simbolo di questa società, come successo proprio con Nesta, con l’augurio che stavolta il giovane non sia costretto a partire. Dopo i grandi proclami del precampionato, finora sono arrivati zero minuti per il ragazzo con la prima squadra e soprattutto l’accordo per il rinnovo non c’è. Ebbene sì, perché il suo contratto con il club capitolino scade a giugno 2020. Non c’è dubbio che Armini vorrà continuare a giocare con la sua squadra del cuore. La Lazio però dovrà prima convincere il suo agente, Mino Raiola, e si sa che non è mai un’impresa semplice. Si attendono novità nelle prossime settimane.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy