Lazio, bentornato Milinkovic, amuleto contro l’Atalanta

Ieri ha segnato un eurogol in allenamento, con lui contro gli orobici i biancocelesti non hanno mai perso

di redazionecittaceleste

ROMA – Un amuleto per la ripresa. Sergej Milinkovic-Savic ha messo nel mirino l’Atalanta. Il serbo, la scorsa settimana fermato da una botta al ginocchio, è definitivamente recuperato e adesso scalpita per tornare ad essere decisivo. Lo ha dimostrato in ogni allenamento, non soltanto con le parole che mirano allo scudetto. Il ‘sergente’ non vede l’ora che arrivi il 24 giugno per sfidare la squadra di Gasperini, la sua vittima preferita: da quando è arrivato in Italia ha segnato ai nerazzurri ben quattro gol, il più pesante certamente quello di maggio 2019 quando con un colpo di testa sbloccò la finale di Coppa Italia poi vinta dai biancocelesti 2-0 (raddoppio di Correa nel finale). Ma c’è un altro dato statistico che fa ben sperare l’allenatore biancoceleste, Simone Inzaghi perché delle sette sfide contro l’Atalanta Milinkovic ne ha persa una sola con tre vittorie ed altrettanti pareggi all’attivo. E’ la sua vittima preferita, la Dea, da quando è a Roma e ha indossato subito i panni biancocolesti: in sette partite, quattro reti che hanno portato due vittorie e un pari. Indimenticabile un anno fa il gol in finale di Coppa Italia proprio contro gli orobici, ora il 24 giugno vuole ripetersi. Così nelle prossime ore metterà lo sprint e tanta benzina nei muscoli. E’ un gigante dai piedi buoni, Milinkovic ha risentito più di ogni compagno dello stop prolungato di oltre 60 giorni. Era normale che dimagrisse e poi faticasse più degli altri. Non si può però prescindere dalla forma di Sergej, fondamentale a centrocampo, sotto porta e nei duelli aerei. Per questo Inzaghi spera di riportarlo immediatamente ai suoi livelli.

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy