• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Lazio, Ciro a vuoto. Così Luis Alberto diventa genio incompreso

Lazio, Ciro a vuoto. Così Luis Alberto diventa genio incompreso

Lo spagnolo a Lecce sforna un assist dietro l’altro, ma Immobile spreca tutto

di redazionecittaceleste

ROMA – Ciro a vuoto. Eppure ci mette la faccia da leader indiscusso: «Questo non è il vero Immobile, dopo il lockdown non sono più lo stesso così come tutta la Lazio. Abbiamo sofferto lo stop, sopratutto dal punto di vista mentale, ma ora non possiamo gettare quanto fatto in questi mesi al vento. E’ vero che l’obiettivo prefissato era la Champions e ci mancano pochi punti per centrarlo, ma dobbiamo riposare e lavorare sodo». Nessun alibi per le decisioni di Maresca nell’incontro: «Non abbiamo un granché da recriminare. Gabriel si è superato su di me, Sergej e Adekanye, ma è normale per il Lecce che lotta per non retrocedere». Servono i gol d’Immobile, ancora in lotta per il record (36 reti) d’Higuain e la scarpa d’oro: «I miei traguardi personali non devono innervosirmi, io devo aiutare il gruppo». E tornare a sfruttare gli assist d’oro di Luis Alberto, genio incompreso, uscito sconsolato dal campo. Era la sua 100esima presenza con la maglia della Lazio, lo spagnolo non ha festeggiato: «Perché la testa conta l’80% nel calcio, più del mio ultimo passaggio». Il miglior assistman (14) ieri sera lo aveva più volte trovato, Ciro purtroppo lo ha tradito. E intanto, parlando del mercato della Lazio attenzione: “3 giocatori sarebbero vicinissimi all’addio” >>> LEGGI SUBITO LA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy