Lazio, Cucchi: “Ora testa al Verona. Minacce a Lazzari? Il brutto del calcio”

Ecco le parole dell’ex radiocronista Rai e noto tifoso della Lazio, Riccardo Cucchi

di redazionecittaceleste

ROMA – Ha parlato della Lazio anche un tifoso biancoceleste doc come Riccardo Cucchi. Ecco come si è espresso l’ex radiocronista Rai a Lazio Style Radio: “Credo sia giusto pensare alla partita contro il Verona con una certa attenzione. Sarà importante affrontare la squadra di Juric con il rispetto che si deve verso chi gioca un bel calcio. Non si può discutere Immobile. Nella gara di ieri lo abbiamo visto in tutti i suoi numeri: segna, fa assist, gioca per la squadra. È bello essere laziali, ha detto bene Caicedo. Meritava la standing ovation, tra quelli che si sono alzati ad applaudire c’ero anche io. Persona straordinaria, sempre sorridente e sempre a disposizione della squadra. Nella Lazio vedo chimica e ci sono stagioni in cui la chimica può far andare oltre ogni cosa”.

E continua: “La sensazione che ho avuto io è che come è entrato Adekanye tutti hanno fatto in modo di fargli realizzare il primo gol. Adekanye dopo il gol avrebbe voluto abbracciare tutti i suoi compagni di squadra. Lo stadio ha capito il momento, tutti eravamo in piedi ad applaudire. In questa squadra, con la fiducia al massimo, tutti osano. Un esempio è il dribbling di Bastos nell’area della Spal. Minacce a Lazzari? Il brutto del calcio. Mi dispiace, penso che sia soltanto una minoranza che non può rappresentare la tifoseria della Spal”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. piero.gallin_3624634 - 1 anno fa

    Cucchi, sveglia! Nessuna minaccia di morte a lazzari, la volete capire? Solo insulti fuori dallo stadio nel dopopartita, cosa abbastanza frequente per chi conosce il calcio e il tifo (dove vive Riccardo Cucchi, sulla luna?) e lazzari, da bimbo permalosetto, ha scritto quel famoso post dove scriveva di “minacce di morte”. Poi, capito di averla pestata grossa, ha corretto il tiro, ma ormai i media titolavano a caratteri cubitali “Lazzari minacciato di morte dai suoi ex tifosi”. Una tifoseria corretta, calorosa e innamorata dei propri colori messa alla berlina senza fondato motivo. Aggiornatevi e leggete il comunicato di Curva Ovest Ferrara.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy