Lazio, Lotito ha tanta voglia di rivoluzione

Ha strigliato oltre Inzaghi anche Tare e Peruzzi. Nelle prossime ore proporrà al tecnico un rinnovo al ribasso

di redazionecittaceleste

ROMA – Tanta voglia di rivoluzione. Ci risiamo, Lotito è di nuovo in un momento di profonda riflessione. Succede spesso, ma di solito la sua arrabbiatura può rientrare. Stavolta però le sue titubanze vanno avanti dall’estate e ora sono diventate esplosive. Mercoledì, dopo il pareggio amaro di Benevento, il presidente ha strigliato Inzaghi, ma anche Peruzzi e Tare. Già dal caso Luis Alberto era su tutte le furie per la gestione, fiuta un fronte comune poco gradito fra il tecnico, il dt e il diesse. Lotito ha investito sul mercato nonostante la crisi di liquidità totale, ha pagato tutti gli stipendi, i premi e non trova risposte, Champions a parte. Non gli piace l’atteggiamento di una squadra che vuole mettersi in mostra solo nella massima competizione, ma ne ritiene lo staff corresponsabile. Non accetta più nessuna (la stanchezza, il calendario tosto con Napoli e Milan in questo finale solare) giustificazione e fra oggi e domani si farà di nuovo sentire. Ma già l’ultima voce grossa ha portato a un’ulteriore frattura con Simone: il mister è offeso e medita sempre più l’addio (c’è l’Inter di mezzo?) a fine stagione. Se questa sarà la definitiva scelta si capirà nelle prossime ore. Quando Lotito potrebbe metterci il carico formulando una proposta di rinnovo sino al 2022 senza chissà quale rilancio economico rispetto allo stipendio attuale. Quasi un provocazione: o l’allenatore decide d’accettare con amore e convinzione oppure si volta pagina e si procede con la ristrutturazione. Ieri la Lazio ha annunciato ufficialmente Roberto Rao come suo nuovo portavoce, ma ci sono altri movimenti pure intorno alla comunicazione: resta in bilico come capo ufficio stampa De Martino, il cui contratto sta per scadere. La spaccatura interna ora è evidente, ma così si rischia di compromettere a metà percorso anche il resto del campionato corrente. Lotito forse vuole dare una scossa al tecnico e a ogni suo dirigente: ha messo i soldi a disposizione, al momento ha detto a Tare che non vuol sentir parlare di mercato di riparazione. Piuttosto lui e Inzaghi (troppo legato ai suoi fedelissimi per la formazione) pensino a sfruttare le risorse inespresse. E intanto, parlando del mercato della Lazio, arrivano grosse indiscrezioni: >>> “9 trattative possibili a gennaio!”<<<

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy