Lazio, Lotito: “Supercoppa? Voglio lo stesso veleno del campionato”

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ha presentato la sfida in Supercoppa contro la Juventus all’Associazione Stampa Estera

di redazionecittaceleste

ROMA – Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ha presentato la sfida in Supercoppa contro la Juventus all’Associazione Stampa Estera presso la sala conferenze a Fontana di Trevi. Queste le sue parole riportate da TuttoMercatoWeb: “Abbiamo voglia di dimostrare, il campionato è ancora lungo, vivremo giornata dopo giornata. Domenica sarà un appuntamento importante contro la Juventus. Dobbiamo vivere alla giornata, ragionando gara dopo gara. Quando recuperi gare come quelle di Cagliari, significa che hai voglia e forza. In passato ci è capitato il contrario, ovvero di subire delle rimonte. Servono coesione e determinazione per raggiungere obiettivi. Spero rimanga questo atteggiamento”.

Sull’immagine della Lazio al di fuori dell’Italia: “La Lazio viene riconosciuta sempre per ciò che era prima. Io ho cercato di inculcare precisi valori durante la mia gestione. Ancora oggi, quando ci sono partite internazionali, veniamo additati come tifoseria di destra ma noi ci siamo sempre opposti con delle iniziative forti e precise. Parlo degli incontri nelle scuole, negli ospedali. Questo ci viene riconosciuto dagli addetti ai lavori, forse all’estero arrivano scarse comunicazioni, ancora hanno un’idea legata all’era a me precedente. Noi abbiamo fatto una scelta, perché siamo sempre per il rispetto della legalità e dei valori. Dobbiamo avviare i giovani allo sport e al rispetto di queste regole. Non ci appartiene le etichette che spesso ci vengono attribuite. Siamo un ente morale, sempre in prima linea per combattere e portare risultati, per debellare i fenomeni negativi anche all’interno della tifoseria. Quando sono uscite una serie di situazioni che minavano la credibilità dei club, la Lazio ne era estranea. Qui vige la correttezza, la trasparenza. Il mondo del calcio deve valutarci per quello che facciamo, che va al di sopra di qualsiasi aspettativa”.

Sul fatto che si giocherà in Arabia Saudita: “Facile dire che li si violano i diritti umani. Noi vogliamo cambiare il sistema e lo dobbiamo fare combattendo. La Lazio a Riad farà una riunione con tutte le donne, perché vanno rispettate e tutelate. Devono avere la parità dei diritti. Non andiamo lì solo per giocare una partita, ma per cercare di cambiare qualcosa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy