Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Lazio, nodo tamponi per ripartire con gli allenamenti di gruppo

Lazio: mr Inzaghi e il DS Tare

Il club biancoceleste non li ha ancora completati, secondo quanto richiesto dal Cts

redazionecittaceleste

ROMA - Pronti, ripartenza, stop. La Lazio non può ancora fare gli allenamenti di gruppo. Ieri ha atteso il protocollo ufficiale, non bastavano le linee guida del Cts del giorno prima, lo staff sanitario vuole vederci chiaro. Non solo, non sono ancora stati completati i tamponi a Formello,solo alcuni li hanno fatti sabato. Sinora il club biancoceleste ha proceduto con una serie di test (fra i quali quelli sierologici) incrociati per escludere qualunque contagio, ma non bastano secondo il Comitato tecnico scientifico. Bisogna procedere con le sonde per avere un risultato certo. Così Lotito e lo staff sanitario si stanno organizzando, giurano che a breve sarà tutto pronto. Ufficialmente il ritardo è legato a quello del protocollo nuovo, anche se altri club di Serie A (vedi Milan e Inter) hanno già finito in anticipo. Una volta effettuati tutti i tamponi, la Lazio invece dovrà attenderne l'esito prima di poter tornare alle sedute di gruppo. Non a caso ieri Inzaghi e Farris hanno ancora lavorato reparto per reparto: la mattina avanti con l'attacco, il pomeriggio difesa e centrocampo.

RINNOVO

Esercitazioni, torelli e lavoro di forza. Al momento resta solo Guerrieri in porta. Il secondo Proto (problema al polso) tornerà direttamente insieme a capitan Lulic a Roma. Oggi alla radio ufficiale parlerà Strakosha, in via di guarigione da una microfrattura al quinto metatarso che si trascina dalla quarantena. Il portiere albanese sta continuando a seguire un protocollo specifico (a contatto con gli altri compagni) dentro il centro sportivo e adesso batte cassa: vuole che il suo rinnovo (con adeguamento) venga sistemato in fretta.

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso