Lazio, sesto gol subito a fine primo tempo

La difesa continua a fare acqua da tutte le parti

di redazionecittaceleste

ROMA – Mettere la musica della Champions prima delle partite di campionato comincia a diventare una necessità. Eh già perché la Lazio di campionato è lontana parente di quella di coppa. E così dopo il ko contro il Verona arriva anche un deludente pareggio contro il Benevento per 1-1. Quattro punti nelle ultima 4. Felici mamma e papà Inzaghi che non dovranno consolare nessuno. Se Pippo può sorridere con il punto di ieri, Simone deve trovare immediatamente una soluzione. La crisi di risultati comincia a diventare preoccupante. I biancocelesti sono finiti in un limbo della classifica che li vede fuori da ogni piazzamento europeo. E a questo punto il problema non è il Bayern Monaco, avversario degli ottavi di Champions, ma la qualificazione alla prossima edizione. Non centrarla vorrebbe dire aver sbagliato completamente anno. Ancora una volta riecco quei blackout che più volte hanno azzoppato la Lazio. E pensare che la Lazio ha giocato meglio rispetto alla sfida contro il Verona peccato si siano palesati ancora questi benedetti blackout. La difesa continua a sbandare: sesto gol subito nel finale di primo tempo (4 in campionato e 2 in Champions). Il Benevento non segnava da quasi un mese (28 novembre), Schiattarella addirittura dal settembre 2017. Casualità anche quella volta fece gol a Reina. I biancocelesti provano a fare gioco e per larghji tratti ci riescono benissimo grazie alle giocate di Milinkovic e Luis Alberto.
ALTI E BASSI
Luci e ombre in una serata che conferma la vena gol di Immobile. Rete stupenda quella del bomber laziale che compie un grandissimo gesto tecnico anticipando il suo marcatore dopo aver chiamato palla. Sale così a quota 142 in serie A e raggiunge al trentesimo posto assoluto della classifica marcatori all time Lorenzi, Pulici, Bobo Vieri e Ibrahimovic. Ma la partita di ieri confermato anche i grandi problemi in difesa della Lazio. E per fortuna che il Benevento non era proprio in serata di grazia. Tre tagli in verticale e tre grandissime occasioni per i campani. E Simone deve ringraziare che gli uomini di Pippo non avessero troppo fiato per andare a pressare alto così come fatto da Udinese e Verona, altrimenti poteva andare decisamente peggio. Recrimina la Lazio per un fallo di mano nell’area del Benevento su cui ha sorvolato Pairetto e per il recupero che praticamente si è giocato a metà. Al di là di questo però c’è immediatamente da fare una riflessione. A tutti i livelli. Ottima invece la prestazione del Benevento che sfodera una prestazione ottima sia sul piano del gioco che su quello della tenuta psicologica. E intanto, parlando del mercato della Lazio, arrivano grosse indiscrezioni: >>> “9 trattative possibili a gennaio!”<<<

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy