• SEGUI LA LAZIO IN DIRETTA: ACCENDI IL CANALE 85 DELLA TUA TV!

Lazio, taglio di due mensilità: Luis Alberto e altri erano contrari…

Anche Milinkovic e altri stranieri furiosi. Lotito aveva trovato l’accordo solo con Immobile e altri senatori

di redazionecittaceleste

ROMA – Scusa, ma nessuna retromarcia. Dopo le parole al vetriolo contro Lotito su Twitch («Ho visto l’aereo, compra ma non ci paga»), Luis Alberto si è spiegato così su Instagram: «Avevo preparato un comunicato con Peruzzi, ma voglio metterci la faccia per la mia cazzata. Ho sbagliato il momento per dire quella cosa, ma io dico sempre ciò che penso. E l’ho fatto perché voglio che la società migliori e lavori per il bene di tutti. Io non parlo solo per me, ma a nome di tutti». Di altri compagni infastiditi dalle mensilità mancanti (vedi il like di Acerbi e Armini), dello staff, dei magazzinieri. E anche per la sua famiglia: «So che i soldi non sono tutto, che oggi c’è tanta gente in difficoltà economica, ma io mantengo 8 fratelli, anche se magari a nessuno interessa». Il numero 10 ha fatto trapelare di non ricevere lo stipendio da giugno, anche se la Lazio sostiene di aver pagato addirittura sino ad agosto (più i premi individuali) qualche giorno fa. Oltretutto il presidente Gravina ha prorogato i termini sino al primo dicembre, quindi Lotito si sente nel giusto e non ci sta. Le origini di questa frattura risiedono però pure in un’altra promessa non mantenuta. Il presidente a marzo (ci sono le dichiarazioni del portavoce Diaconale a testimonianza) aveva assicurato in videoconferenza ai giocatori che, a differenza per esempio di Juve e Roma, non avrebbe tagliato per colpa del Covid nessuna mensilità. Invece a giugno aveva convocato il gruppo nello spogliatoio e si era rimangiato la parola, trovando comunque una disponibilità: «La squadra è stata la prima a difendere la società, abbiamo rinunciato anche a un mese di stipendio – ha svelato lo spagnolo – perché abbiamo capito la difficoltà». Ma il club, oltre ad aprile, non ha pagato nemmeno maggio (con l’ok solo dei senatori Ciro, Lulic e Parolo) e raddoppiato così la posta trattenuta. In corso ci sarebbe una causa, Milinkovic (sabato ha assistito alla diretta del compagno) aveva pensato niente di meno che alla messa in mora.

Cittaceleste.it

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. viacerignol_10539672 - 2 settimane fa

    Cominciamo dall’aereo.
    L’ex presidente della Lazio Sergio Cragnotti l’ha definita una bella mossa di marketing.
    Già, perché Lotito non ha acquistato nessun aereo.
    Ha invece stipulato un contratto per ottenerne la disponibilità per le trasferte più lontane e dispendiose della squadra.
    Nella circostanza ha anche ottenuto che quell’aereo viaggi ogni giorno con i colori della ss Lazio.
    Con tanto di aquila sulla coda.
    Ma quell’aereo, immatricolato con la compagnia bulgara Tayaran jet, é in realtà di proprietà dell’imprenditore italiano Di Grandi.
    Quindi, Luis Alberto parla a vanvera diffondendo, a quanto pare, notizie false.
    Quanto agli stipendi.
    I giocatori della Roma e della Juventus, tanto per riferirsi a situazioni note,
    non solo si sono ridotti i loro compensi, tenendo conto dei mancati introiti dagli sponsor e per i diritti televisivi non riscossi, ma hanno anche contribuito per sostenere loro stessi…. i magazzinieri e gli altri addetti.
    Enzo 41

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy