L’Europa della Lazio appeso alla Supercoppa e al Cluji

I biancocelesti avranno la Juve nel cammino, ma anche le residue speranze europee: bisogna coltivarle o, come dice Milinkovic, puntare tutto sul campionato?

di redazionecittaceleste

ROMA – L’inizio di campionato finalmente è stato ribaltato con la risalita sino al terzo posto. Dopo le quattro vittorie consecutive la Lazio è tornata a volare. La classifica è tornata a rispecchiare le zone biancocelesti delle scorse stagioni: in quella passata a questo punto i biancocelesti erano terzi, due anni fa erano quarti a meno due dalla Juventus.

Finalmente è tornato l’attacco di due anni fa, sta incidendo a suon di gol (5 in più rispetto a dodici mesi fa) su questa rinascita. Per quanto riguarda la difesa, invece, la situazione è rimasta costante con solamente un gol in meno incassato. Per raggiungere il tanto agognato quarto posto, però, a differenza delle passate annate, i ragazzi di Inzaghi dovranno evitare la flessione al rientro invernale ed inoltre dovranno essere bravi a gestire le energie dopo la Supercoppa italiana con la Juve il 22 dicembre. Altro fattore da non trascurare a lungo termine sarò quello dell’Europa League dove la Lazio sembra praticamente fuori, ma ancora delle speranze legate ai suoi risultati e a quelli dei rumeni del Cluj. Guai però a disperdere energie, a questo punto, con più di un piede fuori.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy