Mercato Lazio, per il centrocampo spunta Carles Alena del Barcellona

La Lazio con la probabile permanenza di Milinkovic non avrebbe bisogno di ulteriori mezze ali a centrocampo. Ma la squadra biancoceleste non vuole farsi trovare impreparata. Dalla Spagna spunta Carles Alena del Barcellona

di redazionecittaceleste

ROMA – La Lazio con la probabile permanenza di Milinkovic sarebbe coperta nel ruolo di mezz’ala e non avrebbe bisogno del colpo a centrocampo. Ma il mercato è ancora lungo, manca meno di un mese in cui può succedere di tutto. Il Manchester United non ha affondato il colpo e con il calciomercato inglese chiuso il pericolo Red Devil’s si è definitivamente allontanato.

Il pericolo ora però può arrivare da altre parti d’Europa, ad esempi dalla Francia, con il PSG di Leonardo, il quale stravede per Sergej, oppure dalla Spagna con il Real Madrid che cerca un grande centrocampista visto che Pogba è sfumato restando al Manchester United. Ultimo pericolo ma non per importanza quello proveniente proprio dall’Italia, con Juventus e Inter che potrebbero provare il colpo di coda finale. Tutto ciò ovviamente alle condizioni di Lotito, che non si smuovono dai 90-100 milioni. Ecco che la Lazio nel caso in cui dovesse arrivare l’offerta irrinunciabile dovrà essere pronta per sostituire eventualmente il serbo. Dalla Spagna infatti secondo Ilmessaggero.it rilanciano il nome di Carles Alena, mezz’ala o regista del Barcellona. Il classe ’98 all’età di 21 anni ha già una valutazione piuttosto alta, 30 milioni. Fisico possente e ottime capacità tecniche reincarna le caratteristiche di Milinkovic. Ovvio che un’operazione di questa portata potrà essere fatta solo nel caso in cui il serbo faccia le valigie, ipotesi per fortuna al momento lontana.

 
Nel frattempo, per tutti i fanta-allenatori lettori di Cittaceleste.it, è pronta un’esperienza pazzesca… con in palio un montepremi complessivo da 250mila euro e… un JAGUAR F-PACE! >>> SCOPRI DI PIU’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy