Ministro Spadafora: “Impossibile una data certa per la ripartenza del calcio”

Le parole del ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora

di redazionecittaceleste

ROMA – Altro intervento in diretta nazionale per il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Invitato al Question Time su Rai 2, ecco come si è espresso sulla tanto agognata ripartenza: “Sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria ho mantenuto rapporto continuativo con la FIGC. Purtroppo il mondo dello sport si è dovuto fermare, ma il governo ha tenuto in considerazione principalmente la tutela della salute. Il 4 maggio sono iniziati gli allenamenti individuali come validato dal comitato tecnico scientifico, il 18 maggio con le medesime modalità ripartiranno gli allenamenti di squadra. La FIGC ha presentato un protocollo che il comitato scientifico valuterà domani, ma che va approfondito visto che a calcio si gioca senza distanza di sicurezza e dispositivi di protezione. Negli ultimi giorni si sono generate tantissime polemiche. Ma definire con urgenza, ora e subito, la ripartenza del calcio non è possibile. Le uniche certezze sono arrivate da quei paesi che hanno già bloccato i campionati. Anche in Inghilterra hanno tardato di una settimana la decisione sulla ripresa degli allenamenti. Il governo si auspica che in campionati riprendano regolarmente ma oggi è impossibile definire una data certa dato che dovremo analizzare la curva dei contagi, e che il paese è entrato nella fase 2 solo due giorni fa. Il mio impegno per lo sport italiano è suffragato dai fatti, visti i due decreti. Spero che in futuro ripartiranno tutti gli sport, anche di base, e non solo il calcio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy