Sensini: “Eriksson un gentiluomo. Che emozioni Perugia-Juventus…”

Le parole dell’ex Lazio

di redazionecittaceleste

ROMA – Nestor Sensini, ex centrocampista tra le altre della Lazio, ha parlato ai microfoni di TMW. I suoi ricordi biancocelesti:
“Eriksson era un gentiluomo, non riuscivi ad arrabbiarti quando ti lasciava fuori. Era un grandissimo allenatore. Ricordo l’attesa per il triplice fischio di Perugia-Juve, fu una sofferenza incredibile che poi si trasformò in una gioia incontenibile. Quello fu il mio unico scudetto”.

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy