Trappolone quarantena, il campionato rimane appeso ad un filo

Con la quarantena fiduciaria non è detto che il campionato verrà portato al termine

di redazionecittaceleste

ROMA – C’è fermento e gioia, finalmente torna il calcio, tutti i dubbi sono stati superati e non resta che attendere il 12 giugno. Ma, a ben vedere, permane la paura di un secondo stop al campionato ed il motivo è presto detto: la quarantena fiduciaria. Nonostante il parere favorevole di numerosi virologi, infatti, il presidente della FIGC Gravina non è riuscito a persuadere il Comitato Tecnico-Scientifico che non ci sente e riga dritto: la quarantena fiduciaria in caso di positività c’è e rimane. Il progetto di una quarantena blanda, rimane nel cassetto.

APPESI AD UN FILO – È chiaro che in questo modo il campionato potrebbe, da un momento all’altro, fermarsi nuovamente. Basterà un solo positivo a far saltare il banco, i tempi di una quarantena fiduciaria non consentiranno la giocabilità di tutte le partite entro la fine di luglio. appesi ad un filo, insomma.

Giovanni Manco

 

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy