nazionale

Azzurri, la Svizzera supera l’Irlanda del Nord: è a -3, la differenza reti…

Svizzera-Spagna

Gli elvetici si avvicinano all'Italia, ma servirebbe un risultato tennistico in Lituania. Si decide tutto il 12 novembre all'Olimpico

redazionecittaceleste

È tornata alla vittoria la Nazionale italiana, che nel primo pomeriggio ha superato il Belgio per 2-1 nella finale per il terzo posto della Nations League. Soddisfazione per Mancini e per i suoi ragazzi, che hanno riscattato così la sconfitta con la Spagna. Ma che, soprattutto, hanno portato punti importanti al ranking FIFA, che determinerà sei delle otto teste di serie per il prossimo Mondiale. Sono infatti già certi di esserlo il Qatar e la Francia, il primo in quanto paese organizzatore e la seconda in quanto nazionale campione uscente. Prima del sorteggio, però, sarà necessario staccare il pass per gli Azzurri. Che, non avendo vinto la Nations League, dovranno necessariamente passare dai gironi.

 Italia-Belgio

Occhio alla Svizzera 

Al momento l’Italia guida il gruppo C con 14 punti conquistati in 6 partite. Al secondo posto c’è invece la Svizzera, ferma a 11 punti ma con una partita in meno rispetto agli Azzurri. La nazionale elvetica, infatti, tornerà in campo il prossimo martedì in Lituania, contro i padroni di casa fanalino di coda del gruppo. I rossocrociati, intanto, si sono portati a -3 dall’Italia proprio ieri sera, superando a Ginevra l’Irlanda del Nord, terza a 5 punti e praticamente fuori dai giochi. Il risultato finale è stato di 2-0 per gli svizzeri, ma la partita è stata particolarmente sofferta. Ottima prova del portiere nord-irlandese, Peacock-Farrell, che ha resistito il più possibile agli attacchi della Svizzera. Irlanda del Nord che, inoltre, è rimasta in dieci al 37’ per il secondo giallo a Lewis, colpevole secondo l’arbitro di aver ritardato troppo una rimessa alterale.

Differenza reti e scontro diretto

Con i due goal segnati ieri, la Svizzera si porta così a una differenza reti di +5, contro quella Azurra di +11. Anche in caso di vittoria martedì, quindi, è forte la probabilità che gli elvetici si presentino allo scontro con l’Italia al secondo posto in classifica. Solo una vittoria con sei goal di scarto permetterebbe ai rossocrociati di affiancare l’Italia o, in caso di vittoria più larga, di superarla. Nell’appuntamento del 12 novembre prossimo allo stadio Olimpico di Roma, di conseguenza, agli Azzurri potrebbe anche bastare un pareggio. Che, però, rimanderebbe tutto all’ultima partita. Per questo sarà importante comunque vincere, per chiudere definitivamente il discorso qualificazione.