Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Focus Lazio: L’indice di liquidità è l’antitesi della filosofia di Lotito

ROME, ITALY - OCTOBER 16:  Claudio Lotito president of Roma during the Serie A match between SS Lazio and AS Roma at Stadio Olimpico on October 16, 2011 in Rome, Italy.  (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

La Figc blocca il mercato del club: il presidente ha perso di vista il club che nelle ultime stagioni ha dissipato risorse importanti

redazionecittaceleste

C’erano una volta i Magnager, i mercanti del Tempio, i prenditori. C’era un bilancio in rosso, e un club da salvare dopo una gestione scellerata da parte delle banche e dello stuolo di cortigiani di Capitalia. Debito dilazionato in ventitré rate da pagare all’Agenzia delle Entrate, l’austerity, i nove acquisti in un giorno, la salvezza stentata. Era la prima Lazio di Claudio Lotito, homo novus del calcio italiano chiamato a fare l’impresa. Fu una rivoluzione compernicana, una lenta risalita effettuata con il passo da montagna. Cinque anni per vincere il primo trofeo: nemmeno molto, considerando le macerie che l’innovatore Lotito trovò a Formello nell’estate del 2004.

Da allora a oggi, qualcosa deve essere andato storto, se è vero - com’è vero - che la Lazio ha un indice di liquidità in negativo. Ovvero - in proiezione - spenderebbe più di quanto andrebbe ad incassare, senza avere risorse nel proprio forziere per far fronte alle spese. Un orrore, dal punto di vista gestionale che il presidente Lotito ha sempre contestato ai suoi predecessori, e combattuto con una gestione quasi sempre oculata. Almeno fino a qualche stagione fa. Ma ora il presidente Lotito è costretto a vivere nella Lazio ciò che lui stesso ha sempre combattuto, sia giudicando l’operato dei suoi predecessori, sia ammonendo i presidenti degli altri club che continuano a fare il passo più lungo della gamba.

Cosa è successo? Per sua stessa ammissione - durante la cena natalizia con la squadra - il Presidente Lotito negli ultimi anni ha perso di vista ciò che accade a Formello. Nel contempo, il monte ingaggi è lievitato in maniera esponenziale, i ricavi non sono mai cresciuti - la pandemia e il divieto delle sponsorizzazioni di betting hanno tolto risorse importanti ndr - e i numerosi calciatori acquistati non solo non hanno risposto alle attese, ma rappresentano anche un peso economico enorme sui conti della società. E non sono cedibili per il mediocre contributo offerto in campo. L’indice di liquidità rappresenta l’antitesi del pensiero lotitiano: è tempo di cambiare rotta. E' tempo che Lotito torni a essere Lotito. Anche con qualche drastico cambiamento in società.