Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Botheim: il norvegese che piace alla Lazio. E intanto continua a fare gol…

LILLESTROM, NORWAY - JULY 12: Erik Botheim  of Norway during G19 Men  Photocall at Thon Arena on July 12, 2018 in Lillestrom, Norway. (Photo by Trond Tandberg/Getty Images)

Il club di Lotito cerca rinforzi per il settore avanzato: l'attaccante del Bodo è uno dei primi nomi della lista dei dirigenti laziali

redazionecittaceleste

AGGIORNAMENTO 26/11 - Il nome di Botheim continua ad essere presente nei pizzini scritti a penna da Maurizio Sarri. Il norvegese piace, ed è sotto attenta osservazione del club biancoceleste. Piace a ben motivo. Il ragazzo, infatti, continua a segnare e fare bene. Ieri il Bodo/Glimt - squadra nello stesso girone di Conference League della Roma - ha battuto 2-0 il CSKA Sofia ed ha raggiunto la qualificazione al prossimo turno della competizione. Uno dei due gol, ovviamente, è stato realizzato proprio dal classe 2000.

Chi è Erik Botheim

La Lazio cerca un attaccante nel mercato di gennaio. Il tecnico Sarri, nell’ultimo confronto avuto con i dirigenti, ha espressamente indicato le necessità dell’organico laziale che non ha alternative a Ciro Immobile. Il club biancoceleste ha puntato gli occhi sul norvegese Erik Botheim del Bodo Glimt. Il centravanti si è messo particolarmente in mostra nel doppio confronto contro la Roma in Conference League in cui ha messo a segno tre gol, attirando le attenzioni dei maggiori club europei. Le prestazioni dell’attaccante non sono passate inosservate, soprattutto nella Capitale. Erik Botheim ha un contratto in scadenza nel dicembre 2022, ed è per questo che diverse squadre iniziano a muoversi per tempo per tesserare il promettente calciatore.

Erik Botheim già all'età di undici anni ha avuto modo di attirare le attenzioni del Barcellona: un provino molto convincente ha spinto i dirigenti del club catalano a presentare un’offerta per trattenere il giovane calciatore nella propria Cantera, ma la famiglia non ha accolto l’invito. Il piccolo attaccante norvegese ha continuato a compiere il proprio percorso con discreto successo, arrivando a esordire con la squadra di Lyn a soli quindici 15 anni. Quasi scontato il passaggio al Rosenborg con cui ha debuttato all'età di 17 anni. I tecnici della Nazionale norvegese si accorgono presto delle sue capacità, e quindi arriva la convocazione dell’Under 17.

Le premesse iniziali, tuttavia, non trovano riscontro nei mesi successivi. Al Rosenborg il giovane attaccante fatica a trovare spazio, e sopratutto a confermare il rendimento dei suoi primi passi. Segna una rete contro il Tromsø, alla quale seguiranno altri tre gol in altrettante stagioni. Il rendimento non è soddisfacente, Botheim prolunga il suo contratto fino al 2022, ma intanto si trasferisce in prestito al Stabæk. Quindici presenze, nessun gol. Sembra finita. A soli 20 anni la favola di Erik Botheim sembra ai titoli di coda, tanto più quando il Rosenborg decide di lasciarlo andar via prima della conclusione del contratto.

Ma dietro l’angolo c’è il Bodø Glimt, che lo tessera a parametro zero. Segna all’esordio contro il Tromsø, segna contro il Rosenborg, segna nelle prime cinque partite di campionato. Con i suoi gol trascina il Bodø Glimt in Conference League. Alla fine del campionato le sue marcature saranno 14 nelle 27 partite disputate. E l’avvio dell’attuale stagione ha confermato quanto di buono fatto già vedere nell’anno passato: Sei gol in dodici partite europee, tra preliminari di Champions League, preliminari di Europa League e conference League. Poi altri tre gol e quattro assist nelle quattro partite di campionato. Il suo futuro sarà ovviamente lontano dalla Norvegia. Dopo Larsen e Bredesen - negli anni ‘50 - la Lazio punta su un altro norvegese.