Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Cambia il format della Coppa Italia, ecco come. E la Lazio…

Stadio Olimpico

Tutto pronto per la nuova Coppa Italia, che da quest’anno cambia format. Meno squadre, ranking basato su meriti sportivi: i dettagli

redazionecittaceleste

È una nuova Coppa Italia quella che debutta quest’anno, con un nuovo format che rimarrà almeno fino al 2023/2024. Erano 78 le squadre previste nelle scorse edizioni, mentre diventeranno 44 i club in lotta per la conquista del trofeo quest’anno. A contendersi il titolo ci saranno le venti di Serie A, le venti di B e quattro club provenienti dalla C. Quali? Le tre seconde nei gironi, più la vincitrice della Coppa Italia di categoria. Il tabellone si baserà su un ranking conferito per meriti sportivi: sarà quindi testa di serie numero 1 la squadra vincitrice lo scorso anno, poi si seguirà la classifica di Serie A. Le tre promosse dalla B saranno più in alto delle tre retrocesse dalla A, quindi seguirà la perdente dei play-off di B. A cascata poi le altre squadre della serie cadetta, le promosse in B e le quattro partecipanti della C.

 La squadra ad Auronzo

Inizio imminente

Tutto pronto intanto per l'inizio della competizione: prenderà il via sabato sera la Coppa Italia 2021/2022. Saranno Como e Catanzaro ad aprire le danze alle 19:00, mentre domenica sono in programma altre tre partite. Alle 18:30 la Ternana ospiterà l’Avellino, trenta minuti più tardi il Suditirol andrà a giocare contro il Perugia. Chiuderà il programma la sfida delle 20:30 tra Padova e Alessandria. Saranno queste otto squadre, le quattro neo promosse in B e le quattro squadre di Serie C, a giocarsi l’accesso dai preliminari ai trentaduesimi. Che andranno in scena a metà agosto per, poi, sospendere la competizione fino a dicembre, quando toccherà ai sedicesimi di finale.

E la Lazio?

Entreranno in gioco a metà gennaio i biancocelesti, che partiranno direttamente dagli ottavi di finale. La Lazio, in tabellone come testa di serie numero sei, aspetta una tra Udinese, Ascoli, Crotone e Brescia. In caso di passaggio ai quarti, poi, salvo sorprese ci sarebbe il Milan. Sempre tralasciando la possibilità che si verifichino sorprese, in semifinale una tra Roma e Inter. Le quattro teste di serie dall’altro lato del tabellone sono Juventus e Sassuolo, da una parte, e Napoli e Atalanta, dall’altra. La finale, salvo modifiche obbligate dal calendario, è prevista per mercoledì 11 maggio allo stadio Olimpico di Roma.