Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Il pronostico di Crespo: Se la Lazio è quella del derby, per l’Inter è dura

AVELLANEDA, ARGENTINA - MAY 05: Hernán Crespo head coach of Sao Paulo smiles prior to a match between Racing Club and Sao Paulo as part of Group E of Copa CONMEBOL Libertadores 2021 at Presidente Peron Stadium on May 05, 2021 in Avellaneda, Argentina. (Photo by Marcelo Endelli/Getty Images)

L'ex allenatore del San Paolo valuta il momento delle squadre di Sarri e Inzaghi, facendo un'analisi sulla sfida di questa sera

redazionecittaceleste

E’ stato uno degli attaccanti più forti a cavallo tra il vecchio nuovo millennio, da giocatore ha vinto moltissimo, da allenatore - finora - si è dovuto accontentare della Supercopa Sudamericana con la formazione argentina del Defensa y Justicia. Da pochi giorni Hernan Crespo ha lasciato la panchina del San Paolo, ora torna a guardare con interesse il campionato italiano. “I miei figli sono nati in Italia, e la mia famiglia vive lì. Adesso mi riposo un po’, in seguito vedremo. E’ un Paese al quale sono molto legato. L’esperienza sulla panchina del San Paolo è stata bella, ma vissuta in mezzo a tante difficoltà“.

L’ex attaccante di Parma, Lazio, Inter e Milan parla sulle colonne del Messaggero della sfida odierna tra Lazio e Inter, due squadre che lo hanno visto protagonista e vincente. “Sono due squadre forti. L’Inter deve confermarsi, ma non è facile perché ha perso giocatori importanti. L’eredità di Conte pesa, ma Inzaghi è uno in gamba, un tecnico maniacale. La Lazio si sta ricostruendo, punta su una nuova idea, ha dei giocatori bravi e un tecnico come Sarri che mi piace molto. Ma la gente laziale dovrà avere pazienza. Luis Alberto mi ricorda un po’ Veron, se gira lui, gli attaccanti si divertono. Immobile è un attaccante micidiale: sa attaccare gli spazi come pochi”.

Le previsioni per la partita odierna sono di sostanziale equilibrio. ”L’Inter - pur con qualche difficoltà - sta disputando un campionato incoraggiante ed ha trovato una buona continuità di rendimento. Inzaghi non può permettersi di perdere terreno se vuole partecipare alla corsa per lo scudetto, perché le altre avversarie stanno spingendo forte: il Milan mi intriga molto, il Napoli ha un rendimento incredibile e la Juventus è sempre lì. Certo, se la Lazio di Sarri giocherà come ha giocato l’ultimo derby, per l’Inter di Inzaghi diventa molto dura”.