Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio News, Jeda: “Mi piace la sicurezza che Sarri trasmette. Zaccagni…”

Jeda

L'ex giocatore Jeda è intervenuto ai microfoni di LSR per analizzare quanto fatto finora in stagione dalla Lazio di Maurizio Sarri.

redazionecittaceleste

Play off di qualificazione agli ottavi di finale di Europa League che vedrà la Lazio giocarsela nel doppio confronto contro il Porto. Giovedì andrà in scena la gara di andata, che si disputerà allo Stadio Do Dragao. Il match di ritorno, invece, è in programma per giovedì prossimo allo Stadio Olimpico. In vista del match ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio Jeda, ex giocatore di Cagliari e Lecce tra le altre, che ha commentato così la stagione in corso della Lazio: "La vedo altalenante. Contro il Milan è stata irriconoscibile, mi chiedo come mai ha affrontato la partita in quel modo. Poi, la sfida successiva l’ha affrontata in maniera arrembante. Mi ha lasciato perplesso questa alternanza di prestazioni".

Su Maurizio Sarri"La cosa che mi colpisce di Sarri è la sicurezza che trasmette. Ogni tanto sbotta ma lo vedo sicuro di sé e dei principi di gioco che ha. Bisogna dargli tempo, non si può cambiare ogni volta allenatore. Lo stimo tanto, è un grande conoscitore di calcio".

Su Mattia Zaccagni: "Zaccagni può dare tantissimo a questa squadra, è completo sotto tanti punti di vista. Può dare una sostanza importante in questo periodo. Nazionale? Il consiglio che dò a Mancini, anche se non ne ha bisogno, è di essere attento ai giocatori che possono dare un contributo importante agli azzurri. Zaccagni è sicuramente uno di questi, sta dimostrando di essere un giocatore di qualità e personalità. Ha un grande feeling con Immobile e questo è sicuramente un aspetto importante. C’è bisogno di gente che corre e i giovani come lui, Tonali, Frattesi, corrono".

Sul campionato: "Questo è un momento decisivo per il campionato e trovare una squadra che corre è difficile da incontrare. Dal centrocampo in su è una squadra che corre tanto. Tolto Milinkovic, gli altri tutti sono brevilinei che possono fare la differenza. Contro il Bologna ho visto un’altra squadra rispetto alla sfida di San Siro. È molto aperto, lo abbiamo visto nelle ultime partite. Davanti c’è grande battaglia ma anche in fondo alla classifica. Ovviamente mi auguro che il Cagliari si salvi".