Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Juventus, Pirlo: “Abbiamo regalato i primi venti minuti”. Morata: “Non molliamo mai”

L'allenatore della Juventus, Andrea Pirlo, ha rilasciato alcune dichiarazioni questa sera a Sky Sport dopo la vittoria sulla Lazio per 3-1

redazionecittaceleste

L'allenatore della Juventus, Andrea Pirlo, ha rilasciato alcune dichiarazioni questa sera a Sky Sport dopo la vittoria sulla Lazio per 3-1. Ecco le sue principali parole:

"Abbiamo cambiato qualcosa anche per le assenze, devo fare i complimenti a Danilo e Bernardeschi per la grande partita che hanno fatto. Tutti i miei calciatori sono importanti come Bonucci, Cuadrado e Arthur. Il loro rientro ci dà senso di compattezza, con loro abbiamo altre caratteristiche. In partite del genere sono sempre decisivi. Cristiano Ronaldo veniva da tante partite, eravamo già d'accordo di farlo riposare. Oggi era importante la vittoria nonostante le assenze, tutti mi hanno dato grande disponibilità. Questa è stata la cosa più importante, sulla qualità dei giocatori non ho mai avuto dubbi. Chiesa è un giocatore fondamentale per il nostro gioco, l'abbiamo comprato per questo. Ogni tanto si assenta perché protesta, ma sta facendo grandi cose e può fare ancora meglio. Gli stessi punti della prima Juve scudettata? Magari è di buon auspicio, ma sono campionati diversi. Eravamo punto a punto con il Milan, ora siamo distanti. Porto? Partita decisiva, non si possono regalare 20' in gare simili come oggi. Non la possiamo vivere con tranquillità. Rabiot? Non sa nemmeno lui le potenzialità che ha, devo spingerlo a cercare di più la porta, ma può fare ancora meglio. CR7 è un valore aggiunto, ma senza di lui gli altri fanno quello che devono fare".

 Pirlo affronta la Lazio nel big match di domani

Parla Morata

Il match winner Alvaro Morataha rilasciato anche lui alcune dichiarazioni a Sky Sport. Le sue parole:

"E' stata una bella serata per tutta la squadra non solo per me, ci sono state delle settimane difficili perché non capivamo cosa non andava. Ma bisogna continuare a lavorare e continuare così. Anche io all'inizio trovavo difficoltà, ora sta andando molto meglio. Ci sono alcune partite che abbiamo perso punti alla fine, e ora saremmo a poco dalla vetta. La mia esultanza sul non mollare significa proprio quello, per chi non ci crede, fino alla fine. Bisogna lottare, ci sono punti ancora a disposizione. I gol per un attaccante sono tutto, se non fai gol è normale ricevere critiche anche se hai fatto assist e ti sei messo a disposizione della squadra. Funziona sempre così, lo so. Stiamo tornando tutti, presto saremo al completo, così siamo ancora più forti e possiamo lottare per i nostri obiettivi. Siamo comunque molto contenti per la prestazione di questa sera. Troppo altruista? No, è uno sport di squadra e giochiamo tutti per vincere. Sarebbe bello fare 40 gol a stagione, ma l'importante è la squadra e la vittoria della squadra. Se vinciamo, alziamo un trofeo e segno un solo gol in tutta la stagione, va benissimo lo stesso. Chi pensa individualmente non è il benvenuto, non va bene per questo sport. Qui siamo in 24-25, tutti importanti. Mi sento meglio, ma non sono ancora al 100%. Riposiamo, lavoriamo e aspettiamo le prossime gare. Ora recupero, vado a casa a dormire, e inizio a pensare al Porto. La dedica del gol a Bentancur? Certo".

Potresti esserti perso