Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Extra Lazio: Ausilio: “Così convincemmo Inzaghi ad accettare l’Inter…“

MILAN, ITALY - JULY 07: (L-R) Sport CEO Giuseppe Marotta of FC Internazionale, Head Coach Simone Inzaghi of FC Internazionale, Sport Director Piero Ausilio pose for a photo before a press conference during the presentation press conference of Simone Inzaghi at Giuseppe Meazza Stadium on July 07, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Mattia Ozbot/Inter via Getty Images)

Il direttore sportivo nerazzurro racconta a Sky Sport la notte in cui strappò l'allenatore biancocleste a Lotito

redazionecittaceleste

Lo scippo di Simone. A distanza di quasi sette mesi, il direttore sportivo dell’Inter Piero Ausilio svela la trattativa lampo per Simone Inzaghi. All’epoca dei fatti, il tecnico era in procinto di rinnovare l’accordo con la Lazio. Simone Inzaghi, nell’incontro aveva trovato l’intesa con il presidente Lotito per firmare un rinnovo fino al 2024. Ma dopo la riunione con i dirigenti biancocelesti nel centro sportivo di Formello, l’allenatore venne contattato telefonicamente dai dirigenti dell’Inter che - nel contempo - avevano ricevuto un parere negativo da parte di Max Allegri, deciso a tornare alla Juventus dopo due anni. A quel punto - nella notte tra il 26 e il 27 maggio 2021 - i dirigenti dell’Inter trovarono il modo di scippare l’allenatore alla Lazio.

“È stato tutto molto veloce - ha ammesso il direttore sportivo dell’Inter a Sky Sport - sapevamo dell’incontro di Simone con il presidente Lotito. Ma non sapevo come si era concluso. A noi è stato detto che non c’era nulla di definito. A quel punto, abbiamo pensato di avere chance. Siamo stati convincenti. Siamo stati bravi a chiudere velocemente, tutto fatto al telefono con delle conference call. Poi fisicamente ci siamo visti dopo, per firmare. L’abbiamo convinto con le idee e con il progetto. Noi non stavamo perdendo tutto, stavamo perdendo qualche elemento importante, sapevamo che potevano essere sostituiti. E stiamo dimostrando che la strada che stavamo andando a percorrere è comunque molto positiva, e sta portando dei risultati“.

Il divorzio tra la Lazio e Simone Inzaghi ha generato non poche polemiche nell’immediato. I dirigenti biancocelesti avevano deciso di offrire un rinnovo contrattuale al tecnico soltanto a fine campionato. E solo dopo aver “perso“ Gennaro Gattuso. L’ex tecnico del Napoli aveva avuto più di un contatto con la Lazio, ma alla fine aveva deciso di scegliere l’opportunità di andare alla Fiorentina. Spiazzata dalla mossa, la Lazio era corsa ai ripari convocando Simone Inzaghi per il rinnovo. Due giorni di confronti, prima di trovare un’intesa sul prolungamento. Ma tra la stretta di mano, e la firma del contratto c’è stata una telefonata di troppo. Una telefonata che la Lazio non aveva previsto. Perché pensava che il tecnico non avesse altre offerte. E invece…