Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, Inzaghi deve tornare in Champions, Lotito difenderla a processo

Il quarto posto diventa fondamentale per il rinnovo del tecnico, ma il presidente dovrà fare in modo che le penalizzazioni non complichino ogni piano

redazionecittaceleste

ROMA - Tra Udine e martello. E’ la posizione scomoda in cui si trova Inzaghi nonostante al Dacia Arena sia arrivata una vittoria a ridargli respiro. Deve per forza tornare in Champions per circoscrivere il suo futuro. Da giorni è tornato a spergiurare di voler restare solo alla Lazio, di non essere attratto dalla corte del Napoli né di voler aspettare le panchine traballanti di Conte e Pirlo. Da un mese ha in mano il rinnovo non firmato, ma adesso non più il suo destino. Adesso lo decidono i risultati insieme a Lotito. Dopo un ulteriore faccia a faccia subito dopo il ko di Bologna, l’appuntamento è preannunciato, anche se sarà tutt’altro che semplice trovare un buco. Domani Lotito sarà impegnato nella battaglia dei diritti tv con l’Assemblea di Lega, poi venerdì con la prima udienza (già rinviata) del caso tamponi a processo. Insomma, incontrarsi non è solo una questione di tempo, ma anche e sopratutto di testa per il numero uno, ormai accerchiato dall’alto. Infatti sarà una missione anche del presidente difendere il quarto posto, eventualmente conquistato sul campo. Rumors assicurano che il presidente della Figc Gravina voglia far pagare quanto successo proprio coi tamponi a Lotito. Lui saluterebbe il ruolo di consigliere se inibito, ma la Lazio rischia una penalizzazione che gli toglierebbe la Champions. Ora parte la lotta in tribunale per far sì che questo non succeda mai e poi mai a fine campionato.

 Inzaghi con l'ombra di Gattuso

OMBRE

Inzaghi però deve ottenere ancora il quarto posto sul campo. Altrimenti ci sono già parecchie ombre sul suo capo. Primo fra tutti colui che ieri è stato affrontato. Si tratta di Gotti, già contattato da Lotito, anche secondo il dt friulano Marino: «E’ normale che la Lazio possa averlo già sondato». In realtà il presidente biancoceleste è da anni estimatore di Gattuso, a Napoli già con le valigie in mano. In caso di scossoni, anche Juric è in ballo, Allegri e Conceicao destinati a rimanere un sogno. Mihajlovic paga un litigio con Tare mai ricucito.

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso