Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, Lotito senatore? Atteso per domani il verdetto dell’Aula

Lotito

Sembra vicino alla conclusione il discorso intorno all'elezione in Senato del presidente biancoceleste: i dettagli

redazionecittaceleste

AGGIORNAMENTO 30 NOVEMBRE ORE 17:12 - Si avvicina il momento della verità per Claudio Lotito, con due giorni di anticipo rispetto alla tabella di marcia prevista. Non sarà più il 3 dicembre la data in cui si discuterà in merito al posto da senatore rivendicato da Claudio Lotito. Il Senato ha infatti messo in agenda la discussione - e il successivo voto - per domani, mercoledì 1 dicembre. In caso di esito positivo, il presidente della Lazio sarà proclamato senatore a distanza di oltre tre anni dalla data delle elezioni.

 

Dopo tre anni e mezzo dalle ultime elezioni, per Claudio Lotito potrebbe essere arrivato il momento tanto atteso. Il presidente della Lazio, in compagnia dell’imprenditore pugliese Michele Boccardi, potrebbe infatti nel giro di poche settimane diventare senatore. La vicenda è nota. Il presidente della Lazio ha nel mirino da tempo lo scranno assegnato a Vincenzo Carbone, contestando errori di calcolo in una delle liste plurinominali in Campania. Carbone, candidato con Forza Italia e passato poi a Italia Viva, era infatti stato ripescato come primo dei non eletti nel collegio Campania 3. Lotito, invece, candidato a sua volta con Forza Italia, era il primo dei non eletti nella circoscrizione Campania 1, quella secondo lui da tenere in considerazione.

 Lotito al telefono

Da qui il ricorso presentato che, già nella seconda metà del 2020, sembrava spianare la strada al presidente della Lazio. Il 24 settembre dello scorso anno, infatti, la Giunta delle elezioni e immunità del Senato ha dato ragione a Lotito dopo un’udienza pubblica. Non è però sufficiente questo, per il presidente biancoceleste, per poter occupare il proprio posto al Senato. La questione deve infatti arrivare anche in Aula per una votazione. Fin qui, però, non è mai arrivata la calendarizzazione in agenda. Le cose però potrebbero presto cambiare. Sembrerebbe infatti che ci sia finalmente una data, quella del 3 dicembre, per risolvere la questione.

Lo ha confermato anche uno dei vicepresidente del Senato, Ignazio La Russa. Queste le sue parole in merito. “Finalmente è arrivata la proposta di una data, quella del 3 dicembre, attorno alla quale ci sarebbe un accordo di massima anche se non è ancora stata confermata. Finalmente però qualcosa si è mosso. È importante che il Parlamento prenda una decisione, questa volte forse siamo riusciti a sbloccare questa impasse”. Lotito aspetta e, dopo tre anni e mezzo dall’inizio dell’attuale legislatura, spera di poter prendere il suo posto.