news

News Lazio – Radu da record: 400 presenze in biancoceleste nella sera del debutto in Champions

Stefan Radu

Ieri sera nella sconfitta contro il Bayern Monaco per 2-1 negli ottavi di finale di ritorno di Champions League, Stefan Radu ha tagliato due traguardi niente male

redazionecittaceleste

Ieri sera nella sconfitta contro il Bayern Monaco per 2-1negli ottavi di finale di ritorno di Champions League, Stefan Raduha tagliato due traguardi niente male. Si tratta della presenza numero 400 in maglia biancoceleste e soprattutto del suo esordio in Champions League in carriera (preliminari esclusi). Inoltre con questa presenza, adesso il rumeno è a -1 dal primatista dei record di tutti i tempi in maglia laziale per presenze, Favalli. Dunque tre record in uno per la bandiera biancoceleste. Andiamo con ordine. Radu, alla Lazio dal gennaio 2008, aveva giocato la massima competizione per club solo nei preliminari con la Dinamo Bucarest (proprio contro la Lazio di Delio Rossi nell’agosto 2007, dove fu visionato dall’allora direttore sportivo Sabatini) e successivamente con l’aquila sul petto nel 2015. Ma nella fase a gironi o addirittura oltre non aveva mai raccolto una presenza. Questo perché sia nella fase a gironi giocata in autunno sia nella gara d’andata con il Bayern era infortunato e fermo ai box. Sembrava una maledizione per lui, ieri sera l’agognato debutto. Ed è clamoroso che questo avvenga proprio nella partita della sua presenza numero 400 con la Lazio. Cifra tonda. 399 delle quali, però, giocate in altri tornei. Serie A certo ma anche Coppa Italia, Supercoppa Italiana, Europa League o preliminari ma mai nella fase finale della Champions. Ci arriva proprio nel giorno della “carica dei 400”. Non solo, come già accennato, adesso è ad una sola presenza da eguagliare il record di Giuseppe Favalli. L’ex difensore è il calciatore con più presenze nella storia della Lazio, ben 401. Questo significa che il rumeno può eguagliarlo già questa domenica contro l’Udinese o tutto al più in una delle prossime settimane. Radu da record. E chi l’avrebbe detto che quel difensore scapestrato arrivato dalla Romania sarebbe diventato uomo dei record e bandiera.

 Radu

La prestazione

Tra l’altro ieri Radu, il capitano senza fascia, si è reso protagonista di una grandissima prestazione contro il Bayern, sbrogliando tante situazioni difficili e risultando tra i migliori in campo. Se il passivo non è stato troppo pesante (solo due reti subite) il merito è anche suo. Adesso la speranza è che torni protagonista anche in campionato.