Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Oddo: “Porto nel cuore la Lazio, ricordo ancora oggi quel rigore nel derby”

Massimo Oddo

Le parole dell’ex capitano biancoceleste, specialista dal dischetto, in merito ai suoi ricordi del passato e agli obiettivi per il futuro

redazionecittaceleste

Alla Lazio dal 2002 al 2007, con la fascia di capitano al braccio dal 2006, MassimoOddo ha realizzato 17 reti in 172 presenze. Di queste, 14 sono arrivate da calcio di rigore, specialità della casa per l’ex biancoceleste. Proprio riguardo la sua esperienza dal dischetto, ma non solo, è intervenuto ai microfoni di calciomercato.com. Di seguito le sue parole.

 Massimo Oddo

Amarcord

Quale squadra porto nel cuore tra Lazio o rossoneri? Anche se per ragioni diverse, amo entrambi i club. La Lazio è stata la squadra che mi ha cresciuto e mi ha fatto diventare un giocatoreaffermato. Grazie ai rossoneri ho avuto la possibilità di far parte di un settore giovanile importante e, quando mi hanno ripreso, di vincere qualsiasi trofeo esistente. Se c’è un rigore che porterò sempre nel cuore? Sì, sicuramente quello che segnai in un derby con la maglia della Lazio. Vincemmo 3-0 quella partita, io segnai il secondo goal. E c’è anche un rigore che, invece, ho sbagliato e non ho mai digerito. Si tratta dell’ultimo, me lo parò Chimenti in un Lazio-Cagliari. In quel momento ero a quattordici rigori segnati di fila, me ne mancavano soltanto tre per il record mondiale”.

Futuro

Adesso mi sento pronto per rientrare, però solo a condizione che io abbia la certezza di poter andare in un posto dove si riesca a lavorare bene. Questa è una cosa che negli ultimi anni non mi è mai successa. Alcune volte è importante riuscire ad avare la forza di saper dire di no e aspettare il momento giusto, come ho fatto io quest’anno. Potrei anche prendere in considerazione l’idea di fare un’esperienza che possa arricchirmi: per il tipo di calcio che piace a me, non mi dispiacerebbe poter allenare in Spagna, Olanda o Belgio. Ma, se dovessi scegliere in base alla bellezza del campionato, allora dico la Premier League”.