Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

QDL – Belleri: “Non è facile adeguarsi a Sarri, serve uno sforzo comune”

Belleri

Le parole di Manuel Belleri intervenuto oggi a Quelli della Libertà, in onda ogni sera dalle 18:30 alle 20:00 su Cittaceleste TV e Radiosei

redazionecittaceleste

È intervenuto ai microfoni di Quelli della Libertà, in onda su Cittaceleste TV e Radiosei l’ex difensore biancoceleste Manuel Belleri. Di seguito le sue parole. “Oggi lavoro a Tokyo per una Academy del Milan. Io lavoro lì e faccio anche l’allenatore, ma da qualche giorno sono tornato in Italia. A livello calcistico sono arrivati giocatori per rilanciare il sistema, ma forse non hanno ottenuto quello che volevano. La situazione non è malvagia, ma non c’entra nulla con il calcio europeo.

 Lotito e Sarri

La Lazio? Le dinamiche che si creano negli spogliatoi sono particolare, per parlarne bisogna conoscerle bene. Non sempre i modi in cui vengono riportati sono corretti. Però è certo che se ci sono dei problemi è giusto che se ne discuta. E bisogna dire tutto, in modo che sia un punto da cui ripartire per cancellare ogni scoria. Io credo che ci debba essere sempre un leader, in questo caso l’allenatore, che deve essere bravo a non far oltrepassare una determinata soglia. Penso al caso dell’Atalanta con Gomez: non so cosa sia successo, ma a volte non tutto può essere cancellato. Mi auguro quindi che tutto ciò che è successo sia in un limite rimediabile. A volte anche le critiche a un allenatore possono essere costruttive

Sarri ha un modo particolare di giocare, adeguarsi può non esser facile. Ma lui è il tecnico che è stato scelto, lo sa la società come lo sanno i giocatori. Per questo servirà uno sforzo da parte di tutti. Sicuramente Sarri ha già in mente qualche ricambio per la prossima estate. La società mi sembra forte e può aiutare a trovare la quadra e a far ripartire tutto. Poi spesso contano i risultati per dare la spinta giusta, ma con Sarri arrivano quando la squadra gioca bene. Il mio augurio è che tutto si possa sistemare il prima possibile”.