Bizzarri: “Alla Lazio volevo essere protagonista, ma Muslera e Marchetti…”

L’ex portiere della Lazio, Albano Bizzarri, nel corso di un’intervista radiofonica ha parlato del suo periodo in biancoceleste

di redazionecittaceleste
Bizzarri

Notizie Lazio

ROMA – L’ex portiere della Lazio, Albano Bizzarri, è intervenuto ai microfoni di Radio Incontro Olympia:

“Sono stato negli USA e sono tornato due giorni fa. Coronavirus? Dipende dalla zona, una città come New York ha sofferto il colpo. Dove invece la densità della popolazione l’impatto è stato diverso. In Argentina non ci sono state tutte queste restrizioni. L’Italia e la Spagna invece hanno faticato a prendere subito le decisioni giuste. Il numero esatto dei contagiati non si saprà mai, troppa gente non ha fatto i dovuti esami. Non so che farò del mio futuro, ho lavorato per essere un allenatore ma non è stato facile per una serie di questioni burocratiche. Per questo mi sono preso del tempo per me. Non mi dispiacerebbe fare il direttore sportivo, o magari uscire dal calcio. Lazio? Mi è dispiaciuto non essere stato protagonista, certo Muslera vece un importante salto di qualità. Quando pensavo che toccasse a me invece c’era Marchetti e poi Berisha. Mi volevano fare il terzo ma non ho accettato. Al di là di tutto sono stato bene in quei quattro anni. Ho dato il massimo”.

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy