Cataldi incanta sotto gli occhi di Mancini

Il centrocampista biancoceleste spera nella chiamata in nazionale, ma si mantiene umile

di redazionecittaceleste

ROMA – Che sia la partita della crescita definitiva per Danilo Cataldi? Inzaghi gli offre il ruolo di playmaker al posto di Leiva ed il 25 enne di Ottavia risponde presente, va alla lavagna, risolve l’equazione e si prende un bell’otto in pagella. Mai così sicuro in entrambe le fasi, si può pensare che sia stata una delle migliori prestazioni da quando veste la maglia biancoceleste. Se fosse entrata anche quella punizione non ci sarebbero stati dubbi. Sugli spalti il ct Mancini avrà di certo apprezzato le giocate del numero 32 biancoceleste. E’ arrivato il momento che Cataldi esordisca nella nazionale maggiore dopo aver garantito il suo contributo per anni all’Under 21 azzurra.

 

Il centrocampista biancoceleste vola basso e commenta così dopo la vittoria con il Torino: “Non penso alla nazionale sinceramente. La vedo una meta lontana, ci sono tanti giovani che meritano la chiamata. Penso solo ad aiutare il mister e la squadra”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy