• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Ex Lazio, Macheda: “Io sono laziale, tornerei in Italia per i biancocelesti”

Ex Lazio, Macheda: “Io sono laziale, tornerei in Italia per i biancocelesti”

Il ragazzo prodigio emigrato in Inghilterra a sedici anni, Federico Macheda, è tornato a parlare di Lazio attraverso un’intervista

di redazionecittaceleste
Lazio: parla Federico Macheda

Notizie Lazio

ROMA – Federico Macheda venne adocchiato dal settore giovanile della Lazio quando aveva appena dieci anni. Entrò a far parte del club capitolino nel 2001, per vestire i colori biancocelesti fino al 2007 quando all’età di circa sedici anni passò nelle giovanili del Manchester United. Un’occasione da non farsi scappare per un ragazzo che sogna di diventare calciatore. Fece con i Red Devils l’esordio a diciassette anni, un anno dopo il suo arrivo, regalando alla formazione inglese i tre punti segnando il goal decisivo contro dall’Aston Villa. Da quel momento sembrava essersi mostrato al mondo come un predestinato. Dopo un buon avvio di carriera, forse troppo esaltante, Macheda ha avuto un calo, venendo mandato in prestito a diversi club della Premier League. Adesso il classe 1991 gioca nel Panathinaikos ed ha recentemente rilasciato un’intervista a Goal.com dove parla della sua lazialità:

“Non mi pento di nulla di ciò che ho fatto in carriera. Aver giocato con il Manchester United è stata un’esperienza bellissima, ancora oggi ho ricordi fantastici di quello che è stato. Li porto con me ora e sarà così ovunque andrò. Nella città inglese sono cresciuto, sia come calciatore che come uomo. Dentro me custodirò sempre le sensazioni che ho provato in quel periodo, furono meravigliose. D’altronde giocavo per il più grande club di calcio del mondo. Sul mio futuro? Mi piacerebbe giocare nella Lazio. La preferirei all’Inter, alla Juventus o al Milan. Io sono laziale”.

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy