notizie lazio

Fonseca: “Derby? La classifica ci parla di una Lazio più forte”

Lazio: parla Paulo Fonseca

Domani andrà in scesa il derby di ritorno tra Roma e Lazio. Alla vigilia della sfida ha parlato il tecnico giallorosso Paulo Fonseca

redazionecittaceleste

ROMA - In concomitanza con la conferenza stampa tenuta da Simone Inzaghi, ha parlato anche il tecnico della Roma Paulo Fonseca. L'allenatore giallorosso ha espresso il suo parere circa la partita di domani contro la Lazio:

IL SOSTEGNO DEI TIFOSI

"E' bellissimo per noi vedere l'appoggio dei tifosi. Sono molto contento che ci sia questo sostegno, per noi è importantissimo. In ogni momento i tifosi hanno dimostrato di voler dare una mano alla squadra. Dobbiamo lottare per loro e si meritano una buona partita da parte nostra".

LA PANCHINA

"Abbiamo Perotti e Pastore out, saranno in panchina ma non sono pronti per entrare dal primo minuto. Nel complesso la strada sta bene, è fiduciosa ed è motivata. Possiamo fare una buona partita".

SULLA DIFESA

"Giocheremo con la difesa a 4 e non a 3. Dato che abbiamo dei terzini da impiegare. Domani valuteremo definitivamente".

GLI INFORTUNATI

"Abbiamo avuto dei problemi con gli infortuni, uno come Kluivert è stato messo in campo prima del tempo e ne ha risentito. Contro la Juventus non ha fatto una buona partita, ne abbiamo parlato e mi ha confessato di non sentirsi al cento percento. Contro la Lazio vedremo un Kluivert diverso rispetto al match di Coppa Italia".

SU DIAWARA

"Devo dire che sono ottimista su Diawara, i prossimi giorni saranno importanti. Sta migliorando e credo che non ci sarà bisogno di un intervento. Ho parlato con il calciatore e mi ha detto di stare già meglio rispetto a ieri. Penso la situazione possa solo migliorare".

IL CENTROCAMPO

"Giocherà Cristante a centrocampo. Anche se non è nella migliore condizione neanche lui. In questo momento non abbiamo altre soluzioni. Mancini? Non è la stessa cosa se gioca lui a centrocampo. Non abbiamo intenzione di cambiare ulteriormente la squadra in questo momento".

SUL DERBY

"Sono tutti motivati per questa partita. Non abbiamo bisogno di parlare di più, le motivazioni vengono da sé quando c'è il derby".

LE FRASI STORICHE

"Il derby non si gioca si vince? E' una frase interessante, ma chi gioca meglio ha più possibilità di vincere. La possibilità di perdere è molto alta, ma una squadra che ha iniziativa, coraggio e domina la partita ha delle probabilità maggiori di vincere".

KOLAROV SU LAZZARI

"Domani vediamo. Aspettiamo e vedremo".

L'APPROCCIO

"Non so mai il risultato prima della partita. La mia intenzione è quella di giocare per vincere. In Italia è sempre difficile, dalle squadre maggiori a quelli minori. Ciò che più conta è l'ambizione e il coraggio di giocare per vincere sempre. E' vero che abbiamo perso due partite contro la Juventus, ma sono orgoglioso dell'impegno dimostrato dalla squadra. Ho vinto identità e gioco. Hanno attaccato e creato gioco, questo è ciò che più conta".

LO STRISCIONE SU ZANIOLO

"Chi ha fatto quello striscione non è un tifoso del calcio".

SULLA LAZIO

"La classifica parla di una Lazio più forte. Ma dobbiamo dimostrare in campo che siamo forti anche noi".

LA ROSA

"Penso a quello che la squadra può fare nel presente. Io ho fiducia in tutti. A volte sono preoccupato per gli infortuni, spesso non ho avuto altre soluzioni. Non mi piace lamentarmi in questo momento. In campo va chi sta meglio, così dev'essere".

LA PROMESSA DI FONSECA

"Ciò che ho promesso lo abbiamo mantenuto in quasi tutte le partite. Noi giochiamo per vincere. Nessuno può dire che la squadra non ha giocato con coraggio contro la Juventus. Abbiamo perso è vero, ma non ce la sia giocata solo per difenderci. I ragazzi hanno dimsotrato sempre il giusto atteggiamento. Sono orgoglioso della squadra per quello che ha dimostrato sul campo. In campionato contro la Juve abbiamo preso due goal, non è facile dopo avere una razione come abbiamo fatto noi. In Coppa Italia abbiamo preso tre goal ma i calciatori hanno reagito. Per me è fondamentale che la mentalità sia questa. Poi il risultato può essere uno qualsiasi. Mi è piaciuto ciò che abbiamo fatto".

IL RAPPORTO CON LO STAFF

"Sono sereno. Qualcuno può dire che sia arrabbiato con lo staff, ma non è così. Stiamo lavorando tutti insieme per trovare le giuste soluzioni. Stiamo lavorando per fare in modo che a fine mercato avremo tutti i giocatori di cui abbiamo bisogno".

LA TRATTATIVA PER POLITANO

"Deluso? No. Quando abbiamo perso Zaniolo abbiamo pensato a 3 o 4 alternative. Non c'è solo Politano. Avevamo la possibilità dello scambio con l'Inter ma non lo abbiamo fatto. Non voglio entrare nel merito del perché, ma lo staff ha difeso bene gli interessi della Roma. Abbiamo altre possibilità e nei prossimi giorni qualcosa si muoverà".

L'ATTEGGIAMENTO DI DOMANI

"Mi piace difendere lontano dalla nostra porta. Se riusciremo a farlo terremo a distanza la Lazio. Se poi ci schiacceranno cambieremo approccio, ma l'idea iniziale è questa".

ALTRI ACQUISTI

"Abbiamo nella lista diverse soluzioni. Le caratteristiche sono chiare. Voglio un giocatore offensivo veloce che attacchi la profondità".

SULL'EUROPA LEAGUE

"Adesso penso solo alla partita di domani. In settimana ho visto i giocatori molto motivati. Tutti quanti sappiamo dell'importanza del derby. Florenzi e Pellegrini la sentono di più? Magari, ma io ho sentito tutti coinvolti alla stessa maniera".

Potresti esserti perso