Inzaghi spera in un Correa alla Keita

Per il salto di qualità La Lazio ha bisogno dei goal del Tucu

di redazionecittaceleste

ROMA – Joaquin Correa lo scorso anno aveva conquistato la maglia da titolare a suon di prestazioni e di goal, soprattutto nel finale di stagione. Dopo un precampionato da protagonista (15 goal nelle amichevoli estive) e la realizzazione all’esordio ufficiale contro la Samp, El Tucu ha fatto imprecare più di una volta i tifosi biancocelesti per la sua poca lucidità sotto porta, in particolare al derby, con l’errore sul calcio di rigore a Bologna e non ultimo con il palo in Europa League contro il Celtic. Per aggredire il quarto posto occorre una seconda punta che vada in doppia cifra, un po’ come accadde nel primo anno effettivo di Inzaghi con Keita. Il senegalese timbrò il cartellino per 16 volte, anche se c’è da dire che veniva spesso impiegato come prima punta. Il mister piacentino continuerà a dare fiducia all’asso argentino, anche perché con Caicedo la musica non cambia assolutamente, l’ecuadoriano è utile alla manovra offensiva della squadra, ma non ha quel killer instinc che gli permette di vedere la porta con continuità.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy