• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

La Lazio e l’abitudine di giocare in Europa dei suoi uomini

La Lazio e l’abitudine di giocare in Europa dei suoi uomini

I giocatori della Lazio hanno sulle spalle diverse partite giocate in Europa, ma solo pochi di loro sanno cosa significa giocare in Champions

di redazionecittaceleste

ROMA – Dopo la partita persa contro il Celtic, è tempo di dare uno sguardo ai numeri. La Lazio deve capire di che pasta sono fatti i suoi giocatori. Dei titolari scesi in campo ieri ecco chi ha più presenze nelle competizioni europee:

Strakosha (18). L’estremo difensore della Lazio ha collezionato tutte le presenze in Europa League con la Lazio. Cresciuto nel vivaio biancoceleste, il portiere albanese ha esordito nella stagione 17/18 nella partita vinta 3-2 contro gli olandesi del Vitesse.

Luiz Felipe (16). Stesso discorso anche per il difensore. Così come Strakosha, Luiz Felipe esordì in Europa League 17/18 contro il Vitesse.

Vavro (26). Curioso il dato del centrale Slovacco. Nonostante non sia spesso schierato tra i titolari, l’ex Copenhagen è il terzo giocatore della Lazio per presenze Europee.

Acerbi (24). Il difensore riuscì nella storica impresa di portare il Sassuolo in Europa League. Le sue presenze nella competizione sono da dividere tra il club emiliano e la Lazio. Per Acerbi anche 2 presenze in Champions League durante il periodo al Milan.

Lazzari (4). Carriera in continuo crescendo per l’ex esterno della SPAL. Con l’arrivo alla Lazio per Lazzari sono arrivate anche le prime presente europee.

Milinkovic (24). Esordi europei per il serbo. Il suo debutto ufficiale con la Lazio avvenne durante il turno preliminare di Champions League contro il Leverkusen. Qualche tempo più tardi, stavolta in Europa League, il “Sergente” segnò il suo primo goal biancoceleste contro il Dnipro. Correva la stagione 15/16.

Leiva (73). Veterano della Lazio nelle coppe europee, circa un terzo delle sue apparizioni, ovvero 25 presenze, sono state disputate in Champions League con il Liverpool.

Parolo (22). Percorso simile a quello di Milinkovic per l’ex centrocampista della Nazionale. Parolo fece il suo esordio nelle competizioni europee durante il preliminare di Champions League. Mentre il suo primo goal lo segnò anche lui al Dnipro in Europa League.

Jony (4). Comprato quest’anno dopo un lungo tira e molla con il proprietario del Malaga, Jony ha fatto il suo esordio in Europa in questa stagione con la Lazio. Giunse a Roma la scorsa estate con le credenziali di terzo miglior assistman de La Liga spagnola.

Caicedo (44). Medaglia d’argento per l’ecuadoriano. L’attaccante della Lazio è uno dei veterani se si considerano le presenze in Europa. Per Caicedo l’esordio nelle competizie europee avvenne nella stagione 07/08 con il Basilea. Collezionando anche 3 goal in 8 presente. Per lui esordio in Champions League, 1 presenza con lo Sporting Lisbona.

Immobile (26). Terzo posto insieme a Vavro per il bomber della Lazio. Immobile sostituì Del Piero nella stagione 09/10 durante la partita di Champions tra Bordeaux e Juventus. Successivamente riuscì a trovare continuità nella massima competizione europea quando vestiva le casacche di Borussia Dortmund e Siviglia. In Champions 10 presenze per l’attaccante della Lazio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy