Lazio, Ambrogi: “Vi racconto quando dissi a Proietti che dovevo vedere la Lazio”

L’attore Stefano Ambrogi ha parlato in radio di Gigi Proietti e del loro rapporto lavorativo. L’attore è un forte tifoso della Lazio

di redazionecittaceleste

Notizie Lazio

ROMA – L’attore romano Stefano Ambrogi è intervenuto ai microfoni di Radiosei per parlare di Lazio ma anche di Gigi Proietti:

Febbre da cavallo? Il primo è assolutamente inarrivabile. Nella Mandrakata fu Gigi Proietti a volermi fortemente, eravamo in tournée e io gli proposi di fare Febbre da cavallo a teatro. Lui mi guardò, disse che era una bella idea ma mi propose di fare un sequel invece di un remake. Era sua l’idea del Cozzaro Nero. Dopo un paio due anni la mia agente mi chiamò e mi disse che Vanzina stava preparando il film. Una volta gli disse che non potevo andare a cena perché la Lazio giocava contro i rossoneri, lui mi rispose povero te! (Ride, ndr). Non l’ho mai sentito alzare la voce con nessun attore, ha sempre fatto capire le sue ragioni con serenità. La politica non lo ha mai amato, anzi, lo hanno ostacolato. Non è mai diventato direttore del teatro di Roma, l’Argentina, per la politica. La sua scuola era una fucina di artisti meravigliosi, ma chi di dovere gli bloccò i fonti. Oggi piangono un grande artista e un grande uomo, ma sono colpevoli dei colpi che ha subito”. 

Extra Lazio – Gigi Proietti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy