• SEGUI LA LAZIO IN DIRETTA: ACCENDI IL CANALE 85 DELLA TUA TV!

Lazio, Mancini in dubbio: “Non sarà facile scegliere il gruppo per gli Euro”

Roberto Mancini è felice di questa Nazionale ma è altrettanto sicuro che nessuno dei calciatori ha già un posto assicurato agli Europei

di redazionecittaceleste

Notizie Lazio

ROMA – Grazie alle ottime prestazioni fornite nelle ultime stagioni, due giocatori della Lazio come Ciro Immobile e Francesco Acerbi si sono guadagnata la titolarità anche in Nazionale. Attenzione però, gli Europei che si sarebbero dovuti tenere l’anno scorso sono stati spostati di un estate. Con un anno di differenza sono molti i giocatori che vogliono imporsi per far parte del gruppo che giocherà nella massima manifestazione continentale per nazionali. I due biancocelesti dovranno continuare a dare il massimo se vorranno ricevere la chiamata definitiva dal CT Roberto Mancini. Il commissario tecnico azzurro ieri sera, dopo la vittoria nel girone di Nations League, ha rilasciato alcune parole alla RAI:

rassegna stampa: Roberto Mancini

“Si è creata una situazione molto bella fra di noi, fra lo staff e i dirigenti. Mi sono fidato al 100%, ho seguito tutti gli allenamenti ma non potevo fare altrimenti. Sono stati 10 giorni difficili, ma tutti hanno fatto un grande lavoro. In questo momento così difficile, puntare sui giovani credo possa essere molto importante per i clubLa scelta del gruppo per gli Europei? Era già difficile prima, poi negli ultimi 4-5 mesi sono usciti altri giovani che si stanno confermando grandi giocatori. E’ una fortuna pensando al Mondiale, ma scegliere il gruppo per gli Europei sarà un bel problema. Ma meglio averceli che non averceli. Non vedendoci mai quando ci alleniamo lavoriamo solo sulla parte tecnico-tattica, limitando la parte atletica perché comunque arrivano già allenati. Sta andando bene, ma sono stati bravi loro perché non era semplice. Abbiamo provato a fare questo, ma non dobbiamo dimenticare che l’Italia ha vinto 4 Mondiali giocando in modo diverso. Oggi però il calcio è cambiato e bisogna avere uno stile e una mentalità che hanno le grandi squadre. Sorteggio per le qualificazioni ai Mondiali? Siamo partiti che eravamo al ventesimo posto e ora potremmo risalire al sesto, non era così scontato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy