Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Lazio, quanta teoria in questo derby

Un po' di numeri che ci aiutano a fotografare la sfida tra le due squadre capitoline

redazionecittaceleste

Notizie Lazio

—  

ROMA - Quando ci si avvicina alla stracittadina, chiunque vuole esprimere il proprio parere sulla partita più sentita dell'anno, indipendentemente dalla posizione in classifica di Roma e Lazio. Come spesso accade si sviscerano numeri e tabelle per provare quantomeno ad avvicinarsi al possibile risultato finale, obiettivo quanto mai complicato soprattutto se si parla di derby.

L'edizione odierna del Corriere dello Sport raccoglie dei dati interessanti che possono aiutarci ad inquadrare meglio il gioco delle due romane. La Lazio è la squadra che segna di più nell'ultimo quarto d'ora (13 goal) di cui 6 nei minuti di recupero. Il numero 13 ritorna per i biancocelesti per quanto concerne i calci di rigore ottenuti, ma non si tratta di un improvviso favoritismo da parte degli arbitri, il motivo è presto detto: gli uomini di Inzaghi entrano in area e creano occasioni a tu per tu con il portiere avversario come nessuno in serie A.

I giallorossi possono vantare la media più bassa di tiri a partita concessi agli avversari (11,1). I ragazzi di Fonseca sono molto pericolosi da fuori area con le bocche da fuoco Kolarov, PellegriniUnder (7 reti da oltre 16 metri). Per la Lazio l'unico goal dalla media-lunga distanza è arrivato con il siluro di Acerbi contro il Torino.

Dopo questa scorpacciata di numeri avete le idee più chiare su chi possa spuntarla in questo derby? Non è scontato che i numeri posseggano la verità assoluta, basti pensare al match d'andata che vide i biancocelesti tirare 23 volte, colpendo 4 pali e addirittura pareggiare con Luis Alberto solo dopo il vantaggio romanista su calcio di rigore di Kolarov.

Potresti esserti perso