• SEGUI LA LAZIO IN DIRETTA: ACCENDI IL CANALE 85 DELLA TUA TV!

Lazio, un talento cresciuto in casa chiamato Luiz Felipe

La Lazio si accorse di Luiz Felipe qualche anno fa. La gavetta lo ha portato ad essere uno dei difensori centrali più interessanti d’Europa

di redazionecittaceleste

Notizie Lazio

ROMA – La conferma che puntare sui giovani calciatori è una mossa spesso vincente, lo conferma la crescita esponenziale di Luiz Felipe. Di certo giocatori come lui non si trovano facilmente in giro, ma con il suo acquisto la Lazio ha fatto centro. Il ventitreenne, nato il 22 marzo del 1997, ieri sera è tornato in campo dopo l’infortunio e ha giocato una delle migliori gare della sua carriera. Considerato che in stagione dopo lo stop rimediato contro il Frosinone in un’amichevole precampionato, il brasiliano non era ancora stato chiamato in causa, la sua prestazione non può che valere doppio.

Notizie Lazio – Luiz Felipe

IL DEBUTTO – A questo va aggiunto che la sua prima gara da quando è ripartito il calcio nell’annata 2020/21 è stato anche il suo esordio in Champions League. Non male per il ragazzo, a questo punto gli unici due rammarichi nei suoi confronti sono che il pallone che ha spinto in rete è stato considerato autogoal del portiere del Borussia Dortmund e che avrebbe potuto giocare per la Nazionale italiana. L’origine dei suoi genitori gli avrebbe permesso di vestire i colori azzurri, ma l’ex Salernitana ha preferito la nazionale verdeoro. A proposito della sua carriera, come detto in precedenza il merito della sua scoperta è da attribuire a chi ha creduto in lui si da subito. Da piccolo Luiz Felipe giocava in Brasile, nell’Ituano in Serie D. Per poi raggiungere l’Italia all’età di 21 anni. Da lì in poi la scalata verso il successo, prima nelle fila della Salernitana in prestito e poi con la maglia della prima squadra della Capitale.

Notizie Lazio: Luiz Felipe
Notizie Lazio: Luiz Felipe

IL FUTURO – Adesso che è uno dei difensori più talentuosi ed interessanti d’Europa può puntare davvero in grande: Lazio e nazionale del Brasile. Con le due può togliersi belle soddisfazioni. Il goal segnato al Dortmund, ma non attribuitogli, è molto simile alla rete trovata contro la Juventus l’anno scorso nella gara d’andata. Quella fu la sua prima marcatura tra le mura amiche dello Stadio Olimpico di Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy