notizie lazio

Lazio Woman, Noemi Visentin racconta la realtà del calcio femminile

Lazio: parla Noemi Visentin

L'attaccante della Lazio Women, Noemi Visentin, ha rilasciato ai microfoni della società un'intervista dove racconta la realtà del calcio femminile

redazionecittaceleste

ROMA - Da qualche tempo la Lazio Women è ormai una realtà. Con il calcio femminile sempre più in voga, anche la prima squadra della Capitale è voluta stare al passo con i tempi. Al termine del girone d'andata, i canali ufficiali della società hanno intervista Noemi Visentin, capocannoniere della squadra:

"Non ci aspettavamo un campionato così, siamo terze a due punti dalla promozione. La posizione è incredibile considerando che siamo partite dal nulla. Siamo riuscite a mantenere le prime posizioni per tutto il campionato. Speriamo nella salto di categoria. Il gruppo è la nostra forza. Ci frequentiamo anche fuori dal campo, anche le nuove arrivate si sono inserite subito. Aver vinto a settembre contro il Chievo Fortitudo ha dato una svolta alla stagione. Loro sono costruite per la promozione. Lì abbiamo capito il nostro valore. Segno di più in trasferta, forse perché sento di più le partite di fronte al nostro pubblico. Il loro supporto per noi è fondamentale. Poter giocare al Fersini, dove si allena la squadra maschile, è importante. Il loro entusiasmo ci trasmette sicurezza. Per il prosieguo del campionato non facciamo calcoli, pensiamo a vincere. Non sarà facile ma ci proveremo fino all'ultimo. Anche il mister ha la nostra stessa voglia. La Serie B non è un campionato facile, alcune squadre fanno dell'aggressività il loro punto di forza. La mia passione? Nasce quando vedevo mio fratello e mio padre giocare insieme. Il mio idolo è Cristiano Ronaldo. Per quanto riguarda la Lazio invece è Immobile, ho avuto il piacere di conoscerlo. Quando non sono in campo? Di giorno lavoro come commessa in un negozio sportivo. Non è facile far coesistere tutti gli impegni, ma la passione aiuta. Da quando c'è stato il Mondiale il calcio femminile sta prendendo quota. Mi preparo alle partite in tranquillità, spesso rimanendo a casa. Quando poi il mister ci incoraggio nello spogliatoio mi trasformo. Oltre al calcio non potrei mai fare a meno della musica. Spero di arrivare in Serie A, e spero di farlo con questo gruppo".

Potresti esserti perso