Serie A, no al modello tedesco in caso di nuovi positivi: i dettagli

Il Comitato Tecnico Scientifico, che ad ore dovrebbe approvare il protocollo sulla ripartenza degli allenamenti collettivi dal 18 maggio, ha bocciato il modello tedesco

di redazionecittaceleste

Notizie Lazio

Il Comitato Tecnico Scientifico, che ad ore dovrebbe approvare il protocollo sulla ripartenza degli allenamenti collettivi dal 18 maggio, ha bocciato il modello tedesco in caso di nuovi positivi. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, infatti, in caso di nuovi contagi dei calciatori non ci sarà l’isolamento del singolo elemento considerandolo infortunato come voleva la FIGC, ma la quarantena obbligatoria per 14 giorni di tutta la squadra. O chi è entrato in contatto con il nuovo contagiato. Quindi no al modello tedesco. Questo però porterebbe a rallentamenti nella ripartenza del calcio. Non resta che sperare nella fortuna.

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy