• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Patric: “Felice per la fiducia di Inzaghi, l’ambiente è sereno”

Patric: “Felice per la fiducia di Inzaghi, l’ambiente è sereno”

Il difensore della Lazio Patric ha parlato ai microfoni ufficiali della società surante l’innaugurazione del nuovo store biancoceleste

di redazionecittaceleste

ROMA – I giocatori della Lazio sono andati stati presenti a Valmontone per l’apertura di un nuovo store ufficiale. E ai microfoni della società in esterna è intervuto Patric. Da veterano di questo gruppo ha fatto il punto sulla situazione generale della Lazio.

“Quando il momento positivo è così anche con i tifosi è tutto più bello, ridevamo e scherzavamo tra di noi. L’ambiente è più bello ora. Siamo contenti di come sta andando, speriamo di continuare così. Adekanye? Siamo stati insieme 3 anni a Barcellona, anche se io stavo con i più grandi. Lazzari? Un caro ragazzo che ci sta dando una grande mano. Sul mio nuovo ruolo sento di poter milgiorare e crescere ancora di più. Con me la Lazio non ha mai perso, beh.. spero di continuare così! Mi fa piacere che il pubblico mi tifi, in altri momenti giravano cose che non erano vere. Penso solo a fare belle prestazioni insieme alla squadra. Mi piace la fiducia di Inzaghi, il rendimento è il mio modo di dire grazie. Giochiamo molto la palla e come gioco mi piace molto. Giocare dal basso mi fa sentire a mio agio. Non ho trovato il goal ma il protagonismo che volevo. La sosta? Non credo che una settimana cambi la nostra condizione fisica. Ci stiamo allenando alla grande e l’obiettivo per ora è arrivare a Natale. Quando la Lazio gioca bene vince. Non ci poniamo obiettivi. La squadra migliora anno dopo anno, ovviamente quando i risultati non arrivano nascono i dubbi, noi non li abbiamo mai avuti. Luis Alberto? Meritava la convocazione con la Spagna, ma deve accettare che è una squadra piena di campioni. Le presenze arriveranno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy