Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Lazio, tanti auguri a Tommaso Rocchi: l’ex capitano spegne 41 candeline

L'ex bomber biancoceleste Tommaso Rocchi compie oggi 41 anni, ha militato per 9 stagioni tra le fila della squadra capitolina

redazionecittaceleste

ROMA- Se c'è un calciatore che ha scritto la storia del club biancoceleste negli ultimi 10 anni, è proprio Tommaso Rocchi, l'attaccante veneziano che oggi compie 41 anni, è entrato di diritto nella classifica dei bomber più prolifici della lunga e gloriosa storia biancoceleste, già perchè nella classifica dei gol segnati è quarto con più di cento gol segnati, dietro mostri sacri come Silvio Piola, Giuseppe Signori e Bruno Giordano.

Tommaso Rocchi comincia la sua carriera nella primavera della Juventus, dopo aver fatto tanta gavetta arriva nel calcio che conta nel 2002-2003 vestendo la maglia dell'Empoli, nel 2004 passa alla Lazio dove vive subito da protagonista, formando la coppia d'attacco con Paolo Di Canio, i due sono decisivi nel primo derby giocato da Rocchi contro la Roma, 3-1 a favore dei biancocelesti con Di Canio che apre le marcature, pareggia i conti Cassano per la Roma, ma Rocchi chiude la pratica firmando il definitivo 3-1 intervallato dal 2-1 griffato Cèsar.

Fu la prima delle tante soddisfazioni che l'attaccante veneziano si tolse insieme alla Lazio, che nel 2007-2008 centra l'accesso in Champions League battendo la Dinamo Bucarest per 3-1 proprio con una sua doppietta, nella massima competizione europea sigla 2 gol contro il Werder Brema.

Il palmarès di Tommaso Rocchi con la Lazio viene arricchito da una Coppa Italia, vinta ai calci di rigore contro la Sampdoria, in cui sbaglia un penalty della serie, ed una Supercoppa Italiana contro l'Inter a Pechino, il 2-1 biancoceleste porta proprio la sua firma con uno splendido pallonetto a beffare l'allora portiere neroazzurro Julio Cèsar.

Chiude la sua avventura a Roma nel gennaio del 2013 con 293 presenze e 105 gol, trasferendosi all'Inter, sfiorando quindi la storica vittoria della Lazio contro la Roma nel 26 maggio dello stesso anno, dopo la parentesi milanese si trasferisce al padova in Serie B, poi prova l'avventura all'estero in Ungheria prima all'Haladas, dopo al Tabanya.

Lascia il calcio giocato nel 2016, intraprendendo la carriera da allenatore sempre all'ombra del colosseo, allenando i Giovanissimi Provinciali Fascia B della Lazio, successivamente promosso al'Under 15 e all'Under 14 dove allena attualmente.

Tanti auguri a uno dei capitani più rappresentativi della storia biancoceleste, uno dei calciatori più umili e più legati alla maglia con l'aquila sul petto, che è diventato laziale con il tempo e anche grazie all'affetto della gente, che lo ha fatto sentire sin da subito importante. Il popolo laziale ricorda con piacere la sua esultanza, che da un aneddoto raccontato proprio da lui stesso simboleggiava la "L" di Lazio imitando simpaticamente il gesto che faceva sua figlia Camilla da piccola.

Buon compleanno a Tommaso Rocchi, ed un in bocca al lupo per la sua carriera da allenatore da parte di tutta la redazione di Cittàceleste.

Potresti esserti perso