• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

ESCLUSIVA – Barchiesi: “Ho rivisto la Lazio pre lockdown! Il mio giudizio sui nuovi acquisti…”

In esclusiva Massimo Barchiesi, la voce Rai di Torino-Lazio

di redazionecittaceleste

Di Giovanni Manco

ROMA – In esclusiva ai nostri microfoni è un piacere riavere Massimo Barchiesi, voce Rai che ieri ha animato Torino-Lazio. Le sue parole sul match: “Ci si è affidati di nuovo all’uomo dell’ultimo secondo, Caicedo, che ha risolto una partita che si è messa male. Con la Lazio bisogna fare i conti fino all’ultimo secondo. La squadra si è complicata la vita, è stata superiore al Torino ma alcuni errori hanno rovinato tutto, come l’errore di Hoedt che ha rischiato tutto. Quel che contavano erano i tre punti però, ora la Lazio si rimette nel gruppone dietro al Milan ed ambisce ad un posto Champions. Svolta? Il segnale che è arrivato è che la mentalità sè nuovamente quella giusta, quella della Lazio pre lockdown, una squadra che non sia arrende fino all’ultimo e che riesce a dare il meglio di sé nelle difficoltà. La Lazio riesce sempre a riemergere ed a risollevarsi. Quest’anno è tutto complicato, nulla si può pronosticare e tutto può succedere in ogni gara, anche tra una squadra di bassa classifica ed una che punta al titolo. A Torino ho rivisto carattere, cuore, e voglia di non mollare mai. Ricorda la partita di Cagliari dello scorso anno, ma in quel caso si prese gol subito e con una intera partita davanti per poter recuperare, ieri il gol è stato preso alla fine quindi era ancora più difficile”.

Notizie Lazio: il graffio di Caicedo
Notizie Lazio: il graffio di Caicedo

Sui nuovi: “La sorpresa, anzi conferma, è Akpa Akpo, un jolly che può ricoprire più ruoli ed Inzaghi può farci affidamento. Ormai è un uomo in più, tre indizi fanno una prova. Andreas Pereira ha fatto un bel gol, la tecnica non gli manca e lo sapevamo, secondo me è un buon acquisto ed ha dimostrato di poter essere un ulteriore elemento che aumenta il tasso tecnico della squadra. Sul rigore non mi pronuncio perché non c’era. Muriqi si è visto solo in occasione del gol poi nulla, secondo me la giustificazione è che non ha fatto preparazione atletica, così come Fares. Sono giocatori che sono nettamente in ritardo di preparazione. Il kosovaro penso sia la quarta punta delle gerarchie, però è stato pagato 20 milioni, grande mistero. Hoedt alterna cose buone e meno buone, questo passa il convento. Ha buona tecnica, ma ogni tanto si distrae e una cosa come quella sul gol di Lukic non puoi permettertela. Le richieste erano altre poi è arrivato Hoedt, gioco forza bisogna andare avanti così sperando che l’olandese possa migliorare partita dopo partita”.

Top e flop: “Milinkovic globalmente è stato il migliore, però Leiva ha dato ordine in mezzo al campo quando è entrato. Nota di merito anche ad Immobile, entrare al 50esimo e segnare il rigore non era facile. Poi Caicedo per la zampata alla Caicedo e per finire il jolly Akpa Akpro. Flop dico Hoedt per quell’errore. Poi Parolo, ieri non si è visto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy