gazzanet

Calisti: “Lazzari era ciò che serviva ma la Lazio è ancora un cantiere aperto”

L'ex Lazio, Ernesto Calisti, ha tirato le somme di questa prima parte di ritiro e di mercato dei biancocelesti, che secondo lui dovranno ancora fare qualcosa

redazionecittaceleste

ROMA - L'ex Lazio, Ernesto Calisti, ha tirato le somme di questa prima parte di ritiro e di mercato dei biancocelesti, che secondo lui dovranno ancora fare qualcosa. Queste le sue parole ai microfoni di Radiosei: "La Lazio è ancora un cantiere aperto, escluso Lazzari che è già un calciatore affermato e che conosce la Serie A. Vavro viene da un calcio diverso e lo stesso vale per Jony e Adekanye.

Cosa servirebbe ancora? "Un attaccante e un altro difensore. E' ancora tutto da definire. Poi ci sarebbe da rimpiazzare anche Milinkovic in caso di cessione, il che non sarà facile".

Su Lazzari: "A noi serviva un calciatore del genere, sa attaccare la profondità, salta l'uomo e crossa. Marusic, ad esempio, non mi ha mai convinto. Romulo doveva essere trattenuto, è un giocatore vero e polivalente".

DAL 2 MAGGIO CITTACELESTE TV LA TROVI SUL CANALE 85 DEL TUO DIGITALE TERRESTRE. RISINTONIZZA I CANALI E RESTA CONNESSO H 24 AL MONDO LAZIO!

Potresti esserti perso