Inzaghi: “Dovremo essere propositivi. Mercato? Cerchiamo un esterno”

Queste le dichiarazioni del tecnico alla vigilia della sfida con il Napoli

di redazionecittaceleste

ROMA – Per presentare il big match di domani contro il Napoli, il mister biancoceleste Simone Inzaghi ha preso la parola in conferenza stampa.

unnamed

Queste le sue dichiarazioni direttamente dalla sala stampa di Formello:

Si riparte da Napoli, che risposte ti aspetti dalla gara di domani?

“Dobbiamo cominciare il girone di ritorno come abbiamo finito l’andata, giocando bene a calcio e cercando un risultato positivo. Squalificati del Napoli? Sono assenze importanti, ma sono abituati alle assenze di quei giocatori, tranne Koulibaly”.

Contro le prime nove in classifica la Lazio ha fatto solo due punti. In cosa si deve migliorare?

“Dobbiamo essere bravi a far girare gli episodi dalla nostra parte, bisogna cercare di cambiare l’inerzia. Sono soddisfatto di quello che hanno fatto i ragazzi in settimana. Dovremo fare una gara propositiva”.

Chi temi di più del Napoli?

“Hanno tanti giocatori importanti, al netto delle assenze. Cercheremo di vincere al San Paolo, dove nessuno ce l’ha fatta finora”.

Lulic può diventare la prima scelta a destra?

“Senad è un giocatore duttile, in questi ultimi giorni è stato provato lì ma non è detto che parta a destra. Dovrò riflettere sulle scelte di formazione, ho tutti a disposizione tranne Marusic”.

Murgia e Caceres convocati?

“No, anche se si sono allenati bene anche ieri. Stanno facendo delle valutazioni per il loro futuro. Murgia è cresciuto con noi e mi ha dato tanto, sia nelle giovanili che l’anno scorso. Ha avuto meno spazio di quello che pensavo, stiamo valutando di mandarlo a giocare in questo girone di ritorno. Anche Caceres è un grande professionista, è sempre stato a disposizione”.

Si lavora per un esterno destro in entrata?

“La società e io abbiamo gli stessi intenti. Dovrà uscire qualcuno però, perché siamo in troppi. E’ normale che io voglia gente che vuole rimanere alla Lazio. Vogliamo prendere un giocatore che ci piace, non uno che le altre squadre vogliono darci volentieri”.

Rinascita di Luis Alberto, questione di ruolo?

“E’ un giocatore importante e molto intelligente, con il lavoro quotidiano sta tornando ai suoi livelli”.

Quanto la infastidisce l’etichetta di “Lazio piccola con le grandi”?

“E’ normale, l’anno scorso però ci siamo tolti belle soddisfazioni anche contro le grandi”.

Cosa significherebbe battere Ancelotti domani?

“E’ un grandissimo tecnico che con delle variazioni è sempre riuscito a far restare il Napoli al vertice. Dovremo fare una partita intelligente, propositiva e concentrata”.

Cosa cambia dal Napoli di Sarri a quello di Ancelotti?

“E’ cambiato qualcosa a livello tecnico, ma la qualità del gioco del Napoli non è assolutamente calata”.

Com’è cambiata la Lazio dalla prima d’andata? Anche Correa dall’inizio?

“Domani sera vedremo chi scenderà in campo. All’andata meritavamo il pareggio, ricordo il palo di Acerbi a fine partita. Noi siamo andati sempre in crescendo.

Mal di pancia di Berisha e Badelj?

“E’ normale che all’interno di una rosa possano esserci giocatori che giocano meno. Loro non si sono lamentati con me, anzi si sono sempre allenati al meglio”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy