Inzaghi: “Non dobbiamo perdere fiducia. Immobile? Non può giocarle tutte”

Simone Inzaghi, in conferenza stampa, presenta Fiorentina-Lazio

di redazionecittaceleste

ROMA – Siamo alla vigilia di Fiorentina-Lazio, una partita che rappresenta già un crocevia per la stagione dei biancocelesti: la squadra non ha altre chance se non per vincere, in modo da invertire il malumore che sta aleggiando. Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, ha preso la parola in conferenza stampa per presentare il suddetto match, valido per la nona giornata di Serie A Tim. Di seguito le parole del mister:

Che momento è questo?

“Abbiamo fatto una delle migliori prestazioni contro il Celtic ma non abbiamo ottenuto il risultato. Dobbiamo continuare a credere in quello che facciamo. Abbiamo avuto grande personalità ma dobbiamo fare ancora di più. Torniamo affaticati e con zero punti, ma dobbiamo recuperare perché domani abbiamo una gara importante”

I difetti della Lazio sembrano chiari, bisogna arrendersi al fatto che la squadra è questa con pregi e difetti?

“Dobbiamo continuare a migliorare, partite come quella di Glasgow ci sono già capitate. Serve fare in modo di non ricascarci”.

La sfida di Firenze è determinante?

“E’ una nostra avversaria, troveremo una città intera che segue la squadra con entusiasmo. Dovremo essere bravi a cogliere i momenti importanti della partita”.

Troppi gol subiti…

“Ad inizio stagione difendevamo meglio. A Glasgow abbiamo commesso degli errori individuali, non si possono prendere determinati gol perché altrimenti si rischia di compromettere tutto”.

Come ha visto Leiva?

“Ha fatto una buona gara come gli altri, non vorrei parlare dei singoli”.

C’è il rischio di perdere un po’ di fiducia dopo una sconfitta arrivata in quel modo?

“Non deve accadere. C’è rammarico perché abbiamo sprecato occasioni clamorose, ma non dimentichiamoci che affrontavamo una trasferta molto complicata”.

Perché Immobile non ha giocato dall’inizio?

“Bisogna fare delle valutazioni di partita in partita. Domani giocherà sicuramente, ma dobbiamo essere bravi a gestire le forze. Lui gioca a ritmi alti, non è facile per uno come lui giocare ogni due giorni e mezzo”.

Come stanno Strakosha e Parolo?

“Non so ancora rispondervi, ho messo l’allenamento il pomeriggio per poter concedere un po’ più di riposo ai giocatori. Purtroppo dopo i turni infrasettimanali è sempre più difficile, le squadre che giocano l’Europa League vengono poco tutelate. Basterebbe iniziare la stagione due settimane prima per evitare questi inconvenienti”.

Luis Alberto può tornare come trequartista? Come si fermano Chiesa e Ribery?

“Con Luis abbiamo questa soluzione, ma due anni fa non avevamo Correa e Caicedo in queste condizioni. Lo stiamo utilizzando lì perché lo sta facendo nel migliore dei modi, al momento proseguirà lì. La Fiorentina ha un ottimo allenatore che sta plasmando la squadra come l’ha voluta lui, è riduttivo parlare solo di Chiesa e Ribery. Dobbiamo dare il 120 per cento ed essere sempre una squadra unita”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy