• SUL CAN.85 DELLA TUA TV TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Lazio, Correa non esce più: è il futuro per i biancocelesti

Lazio, Correa non esce più: è il futuro per i biancocelesti

Se Luis Alberto e Milinkovic potrebbero salutare a giugno, i biancocelesti riscatteranno senz’altro dal Siviglia il Tucu. Adesso deve soltanto far uscire ancora di più il suo talento

di redazionecittaceleste

ROMA – Per trovare un posto a Correa, Inzaghi si è inventato i «Fab Four»: ha aggiunto il Tucu ai giocatori che nella scorsa stagione hanno trascinato la Lazio a suon di gol: Immobile, Luis Alberto, Milinkovic-Savic.

eccezzzionale
La squadra ha recuperato la qualità nella manovra, i risultati sono tornati eccellenti, la Champions è diventata un obiettivo di nuovo possibile. Tutto questo accompagnato da una manovra spesso piacevole, a momenti spettacolare, perché adesso i biancocelesti sono pieni di piedi buoni. E, per di più, l’argentino si è consacrato, diventando un punto di riferimento. Per oggi e per domani. Correa è una delle basi nella Lazio del futuro: il talento su cui costruire anche la squadra del prossimo anno. Più di Milinkovic-Savic, che stavolta potrebbe anche essere ceduto dopo il muro alzato da Lotito la scorsa estate: di fronte a un’offerta rilevante (in Spagna si parla del Real, Milan e Inter continuano a essere innamorate della sua completezza), esiste la possibilità che Sergej se ne vada, secondo il Corsera. Luis Alberto pensa di tornare nella sua Siviglia: ha un carattere particolare, molto sensibile, e spinge per rientrare a casa. Il Tucu certamente non si muoverà. Su Correa è stata investita una cifra che, per questa Lazio, è quasi da record: 15 milioni, da pagare in 3 anni, più 3 di bonus. Nella gestione Lotito, solo Zarate è costato di più. Questo significa che la società ha compiuto un passo in avanti nelle ambizioni e negli investimenti (non a caso il monte ingaggi è aumentato di oltre 20 milioni) ma anche che crede moltissimo nelle qualità di questo talento di non ancora 25 anni. Tare ha convinto il presidente con un messaggio chiaro: oggi lo paghiamo tanto, domani potrebbe valere infinitamente di più. La sua classe non si è manifestata in pieno, il d.s. ha grande fiducia. E Lotito segue il suo dirigente, dopo tutti i colpi che gli ha fatto realizzare.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy